Thumbnail
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-11-08 - ⟄ s05p07mezzoradaria, libertà, evasione, nicoletta dosio, domiciliari, aggiornamenti, notav, maxiprocesso, direttissima, misure cautelari
[1.5 MB | 1 min, 16 secs | 166 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 96kHz]
Aggiornamento sullo stato di Nicoletta Dosio rispetto quello raccontato durante l'intervista telefonica
Thumbnail
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-10-18 - ⟄ s05p04mezzoradaria, libertà, capitalismo
[4.0 MB | 5 mins, 23 secs | 102 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Un analisi su come la libertà e la sua percezione sia cambiata nell'era del capitalismo
Thumbnail
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-10-18 - ⟄ s05p04mezzoradaria, libertà, fuga, evasione, desideri
[3.0 MB | 2 mins, 46 secs | 151 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 96kHz]
Un breve testo in cui si descrive come la libertà venga cercata insistentemente con la fuga
Thumbnail
☷ 4 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-10-18 - ⟄ s05p04mezzoradaria, libertà, individualismo, vivere, Elilie Armand
[3.2 MB | 3 mins, 35 secs | 124 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Lettura di Vivere per vivere una poesia di Emile Armand
Thumbnail
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-09-27 - ⟄ s05p01mezzoradaria, libertà. carcere, indirizzi, mezzoradiliberta@autistici.org, RCF, Fujiko, 103.1, FM, radio
[1.6 MB | 1 min, 53 secs | 119 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Presentazione quinta stagione di mezzoradari. In onda sulla frequenza 103.1 FM ospite di Radio città fujiko ogni Martedì dall 18.00 alle 18.30. Se volete scriverci inviate una lettera a Mezzoradaria c/o Radio Città Fujiko - Via zanardi 369 - 40131 Bologna oppure per email a mezzoradiliberta@autistici.org. Il sito è http://www.autistici.org/mezzoradaria
Thumbnail
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-05-12 - ⟄ mezzoradariamezzoradaria, antifascismo, Dozza, Bologna, neonazisti, pratello, Michelangelo, corsi, narrativa, avoc, lettura, scrittura, libertà
[14.6 MB | 13 mins, 38 secs | 149 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Intervista a Michelangelo, antifascista bolognese, condannato a qualche anno di reclusione alla Dozza per aver sparato per reazione ad un gruppetto di 3 neonazisti che in via del pratello inneggiavano il duce, aggredivano e molestavano passanti, donne e venditori ambulanti. Che cos'è oggi l'antifascismo? Com'è stato entrare nella Dozza e qual'è la situazione al suo interno? Parlaci del corso di scrittura a cui hai partecipato in carcere? Cosa ha significato incontrare la scrittura? Raccontaci cosa ti ha lasciato il carcere e dacci un tuo giudizio critico.
Thumbnail
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-02-12 - ⟄ s03p17mezzoradaria, profitto, prigione, frustrazione, orrore, condannati, progresso, psichiatria, Raoul Vaneigem, libertà
[1.7 MB | 1 min, 47 secs | 131 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Lettura di Abolire le prigioni di Raoul Vaneigem
Thumbnail
Faremo parlare leggendo direttamente le lettere di chi è rinchiuso concentrandoci sulle lotte e sulle proteste avvenute in alcuni carceri italiani questa estate. Oltre a leggere alcune riflessioni e consigli di cuore e di intelligenza viva su come lottare da dentro il carcere contro la propria stessa gabbia e sulla solidarietà da fuori
Thumbnail
Lettura di 2 lettere dalle figlie ai rispettivi padri rinchiusi in carcere
Thumbnail
E' venuta alla luce l'operazione di spionaggio denominata protocollo Farfalla condotta dal SISDE e dal DAP che mirava a tenere sotto controllo detenuti e avvocati penalisti che denunciavano pubblicamente le condizioni di detenzione - Lo stato si assolve, Stefano Cucchi non è stato ucciso dalle botte della polizia - MODENA,Sant'anna: Tubercolosi tra i detenuti, ma i media recepiscono solo le proteste per dei topi morti nelle stanze dei secondini. La garante dei detenuti Desi Bruno ha raccolto numerosi proteste tra le quali la prolungata vacanza del magistrato di sorveglianza che mancando impedisce i percorsi trattamentali esterni. Scattano proteste dentro al carcere supportate da un presidio di solidali fuori - FRANCIA,Testet: Nella notte tra sabato 25 e domenica 26 ottobre 2014 nei pressi del cantiere della diga di Sivens, Rémi Fraisse, studente 21enne di Tolosa, è stato ucciso durante gli scontri con la polizia pare da una granata stordente lanciata ad altezza uomo - MESSICO: Dopo 1 anno di carcere torna finalmente in libertà Mario Gonzales Garcia
Thumbnail
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-07-31 - ⟄ s02p43mezzoradaria, libertà, carcere, regole, violenza, padroni, proprietà
[6.9 MB | 6 mins, 40 secs | 144 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Lettura di una scritto che esprime in parole semplici le tensioni che ci spingono ad essere contro una società che rinchiude
Thumbnail
Martedì 17 Giugno a Bologna in Via Beverara e Via Zampieri: sgomberi e arresti. Cos'è successo? Solidarietà con i compagni.
Thumbnail
GIARRE: Il 25 aprile un ragazzo 32enne cardiopatico e asmatico che necessitava di bombola d'ossigeno è morto nella sua cella. Il giudice di sorveglianza ha rinviato 2 volte la discussione. - VERCELLI: Un 60enne si suicida con la bombola del gas - POGGIOREALE: Dopo il giudizio della commissione europea sul carcere, avviata la revoca alla direttrice Teresa Abbate, il nuovo dirigente dovrà ridurre di 2000 unità le presenze entro fine maggio, pena sanzioni dall'Europa. I reclusi hanno inscenato una protesta chiedendo l'indulto - TERNI: E' in procinto l'apertura di un nuovo padiglione che potrà accogliere 300 detenuti in regime di alta sicurezza e 41bis - SORVEGLIANZE: All'inizio di marzo erano attivi circa 200 braccialetti elettronici, sono ora quintuplicati. L'obbiettivo è usarne contemporaneamente 2000 - MONZA: Il 29 aprile 2014 un detenuto era uscito per svolgere attività esterne ma non è più rientrato - ALDROVANDI: il 29 aprile al congresso del sindacato di polizia SAP sono stati applauditi per 5 minuti 3 dei 4 poliziotti ritenuti responsabili di aver ucciso il 18enne Federico Aldrovandi - FIRENZE: Indagati per omicidio preterintenzionale i 4 carabinieri intervenuti per arrestare l'ex calciatore viola Riccardo Magherini morto nella notte del 3 marzo mentre veniva arrestato - ISRAELE: La Palestinian Prisoners Society(PPS) ha reso noto che il 4 maggio oltre 100 detenuti palestinesi hanno raggiunto il loro decimo giorno di sciopero della fame e 3 sono stati rioverati presso un centro medico vicino Tel Aviv - SHANGHAI: Aperto a un carcere per sole donne in cinta in attesa di giudizio - BOLOGNA: Il 6 maggio nella zona universitaria si è svolta una iniziativa di sensibilizzazione sui CIE promosso da diversi gruppi tra cui l'associazione Progrè - NOTAV: ROVERETO: Il 25 aprile presso il cantiere per la realizzazione della bretella ai Fiori sono state rivenute 2 bottiglie di plastica con liquido infiammabile con stoppini bruciati. Sulla centralina elettrica vicina trovata la scritta "Terrorista è lo stato, liberi i NOTAV" - MILANO: Il 1 maggio nella notte 4 escavatori nel cantiere Expo2015 sono state danneggiate a picconate sui motori. Trovate scritte e bandiere in solidarietà ai NOTAV - CHIOMONTE: Alcuni incappucciati riescono a raggiungere le reti del cantiere del TAV per lanciare all'interno Bombe Carta e Bengala riuscendo poi a scappare - TORINO: Il 10 Maggio ci sarà la manifestazione in solidarietà agli arrestati per terrorismo: Chiara, Niccolò, Mattia e Claudio il cui processo partirà il 22 maggio, prima di questo il 15 maggio la cassazione si pronuncerà sull'accusa di terrorismo
Thumbnail
Parliamo di OPG con Giuseppe Bucalo presidente dell'associazione Penelope nonchè scrittore di alcuni libri sul tema antipsichiatria: Come nasce l'antipsichiatria? Come si concretizza? E' possibile curare/riabilitare con gli OPG? La sua esperienza nella "casa di rifugio d'eccezione"?
Thumbnail
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-04-17 - ⟄ s02p29Bologna, Dozza, mobilitazione anti-carcerarie, carcere, detenute, femminile, sciopero del carrello, sciopero della fame, battitura, solidarietà, Ferrara, 34r, laboratorio sancio panza, don bosco, Pisa, Genova, rifiuto del vitto, materassi, cibo ristretto, presidi, Fabio Giannotta, Civitavecchia, psicofarmaci, Palermo, Pagliarelli, Vito Bonanno, attesa di giudizio, Foggia, tentato suicidio, nuova sezione, omosessuale, Pisa, Parlamento europeo, Europa, legge, condanna, sovraffollamento, assistenza, sanità, tortura, socialità, Spoleto, Mario Trudo, trasferimento, Sardegna, addebito, Parma, Desi Bruno, garante dei detenuti, DAP, circolare, dati, Antigone, Salvatore Iodice, Massa, appalti, interdizione, Stefano Tendola, Salvatore Cantone, Roma, Ben Hamdani Feti, commissariato, precipitato, indagine, S.Vittore, omicidio colposo, Roberta De Simone, Luca Campanale, Verona, progetto, OPG, Castiglione delle Stiviere, Reggio Emilia, Modica, Piano del Gesù, chiusura, Ragusa, Sicilia, Mistretta, Nicosia, Monte Lupo Fiorentino, CIE, Bari, incendio, Milano, Via Corelli, Francesco Paolo Tronca, prefetto, appalto, Gespa, Gradisca di Isonzo, CARA, Castel Nuovo di Porto, Acuarinto, massimo ribasso, USA, Takoma, avvocato, Iraq, Nassyria, antica babilonia, Ramiro Hernández Llanas, AIA, convenzione di Vienna, Grecia, Ilia Kareli, Nigrita, guardie penitenziarie, Kordallos, Cile, Iquique, evasione, terremoto, libertà, detenute
[7.1 MB | 6 mins, 22 secs | 156 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Sunto sulla mobilitazione anti-carceraria nazionale - CIVITAVECCHIA: Muore il 4 aprile Fabio Giannotta, aveva 37, anni era gravemente sotto peso e in cura con psicofarmaci - Palermo, Pagliarelli: Muore l'8 aprile in attesa di giudizio Vito Bonanno - FOGGIA: Tenta il suicidio nel reparto appena aperto per protetti omosessuali - PISA: Il 13 aprile un detenuto muore a 55 anni nel reparto diagnostico terapeutico - LEGGE: Il parlamento europeo condanna nuovamente l'Italia per il sovraffollamento, la mancanza di ristrutturazione, i pochi spazi di socializzazione, il carcere preventivo, i servizi igienici sanitari e di ristorazione, i numerosi bambini in carcere, l'assistenza sanitaria, il sospetto della presenza di stanze della tortura - SPOLETO: Mario Trudo con 35 anni di detenzione chiede chiede dopo 10 anni di essere trasferito in un carcere sardo per essere vicino ai famigliari, il ministero gli vorrebbe addebitare il viaggio suo, della scorta e tutte le spese attinenti - PARMA: Solo 20 posti nella sezione diagnostica utilizzata da tutta la regione, la garante dei detenuti Desi Bruno l'estrema difficoltà per i detenuti di effettuare visite - DAP: Una circolare vieta ai direttori dei carceri di non fornire più dati ed informazioni alla associazione Antigone per evitare brutte figure alle amministrazioni carcerarie - EX CARCERIERI: Salvatore Iodice ex direttore del carcere di Massa viene condannato a 6 anni di reclusione ed interdizione dai pubblici uffici per appalti pilotati nel penitenziario in cambio di lavori nei propri appartamenti, 2 anni per l'ex geometra del provveditorato alle opere pubbliche Stefano Tendola e 18 mesi per l'ex contabile del carcere Salvatore Cantone - ROMA: Aperta inchiesta per omicidio colposo per la morte di Ben Hamdani Feti precipitato dal terzo piano del commissariato dove si trovava per delle procedure di fermo - S.VITTORE: 8 mesi do pena per omicidio colposo ma con pena sospesa per la psicologa Roberta De Simone e mezzo milione di risarcimento ai genitori di Luca Campanale dove moriva a 28 anni nell'estate del 2009 - VERONA: Approvato il progetto di costruzione di una nuova struttura di 40 posti che dovrebbe rinchiudere persone attualmente nel OPG di Castiglione delle Stiviere e Reggio Emilia - MODICA, Piano del Gesù: Il ministero della giustizia ne sancisce la chiusura probabilmente i rinchiusi saranno trasferiti nel carcere fatiscente di Ragusa - SICILIA: Chiuderanno i carceri di Mistretta e Nicosia - OPG: Dovrebbe chiudere entro il 31 marzo 2015 quello di Monte Lupo Fiorentino - CIE: BARI: I detenuti incendiano un materasso puniti in 30 - MILANO: Aprirà in estate il CIE di Via Corelli con 140 posti. Il prefetto Francesco Paolo Tronca ha firmato l'appalto per la gestione di cortile e celle con la Gespa che ha già 2 contenziosi per la gestione di quello di Gradisca di Isonzo e del CARA romano di Castel Nuovo di Porto, i prigionieri alla associazione Acuarinto di Agrigento. Ovviamente sono stati vinti al massimo ribasso. USA: In sciopero della fame i migranti rinchiusi nei CIE americani che rinchiudono 34mila persone. Sono gestiti da aziende private. A Takoma l'80% dei rinchiusi non ha un avvocato - IRAQ: Militari italiani avrebbero commesso torture durante l'operazione antica babilonia a Nassyria - TEXAS: Giustiziato Ramiro Hernández Llanas per il quale la corte dell'AIA aveva ordinato la revisione dei Dossier per la mancata osservazione della convenzione di Vienna - GRECIA: Ilia Kareli è stato pestato a morte nel carcere di Nigrita dalle guardie penitenziarie che sono state immortalate dalle telecamere di sorveglianza - A Kordallos, dove recentemente c'è stato un suicidio, i detenuti sono in sciopero della fame contro le condizioni di custodia - CILE. Iquique: Il primo aprile 315 prigionieri dopo una forte scossa di terremoto riescono a riconquistarsi la libertà
Thumbnail
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-01-30 - ⟄ s02p18solidarietà, NOTAV, Niccolo, Claudio, Chiara e Mattia, libertà, galera, repressione
[921.5 KB | 46 secs | 162 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
conclusioni e annuncio delle prossime puntate con questa tematica ma con focus su arrestati del 3 Luglio e del 9 Dicembre
Thumbnail
Lettera estratta dal sito Cascina Macondo scritta da una moglie al marito.
Thumbnail
In tema di solidarietà, leggiamo alcuni contenuti scritti dalle detenute della Dozza rispetto la battitura portata avanti all'interno delle mobilitazioni carcerarie di Settembre
Thumbnail
Una scia di sange durata 7 anni, 24 omicidi, 80 feriti senza movente, rapine da pochi spiccioli per punire e non per rapinare. L'uno bianca, dei folli o dei burattini organizzati e protetti da parte del SISDE come testimoniato da Carrozzo? Chi sono i loro mandanti? Dall'ergastolo alla semi libertà per Occhipinti, ergastolani buoni ed ergastolani cattivi. Il chiaro razzismo di Stato
Thumbnail
Sassari: Un detenuto tenta il suicidio, a Gennaio vi verranno trasferiti altri detenuti in regime di 41bis - GIUSTIZIA: Ilaria Cucchi querelata dagli agenti della polizia penitenziaria Nicola Minichini, Corrado S.Antonio, Antonio Dominici dopo esser stati assolti dalla corte - Ancora in prova il sistema dei braccialetti elettronici della ditta milanese Monitoring, 10milioni di euro spesi in 10 anni e 14 detenuti sotto esperimento - Approvato il reato di combustione: fino a 6 anni a chi brucia rifiuti e possibilità di far intervenire l'esercito per delimitare le zone, completamente assenti invece valutazioni e cure per chi invece di questo si ammala ogni giorno. Provvedimento antimafia o repressivo? - Napoli: Negate le cure specialistiche ad un detenuto di 41bis - LOTTA: Torino: Appello di solidarietà con i detenuti del carcere "Nuovi Giunti" delle vallette, battiture e proteste contro il vitto immangiabile. Solidali fuori protestano contro la Ecosol cooperativa sociale integrata con la Kairos che fornisce la sbobba anche al CIE di Torino - AOSTA: 2 settimane prima una protesta per con la medesima motivazione era scoppiata al carcere aostano di Bressogne - Da questo lunedì al carcere delle vallette sono rinchiusi anche Chiara, Claudia, Nicolò, Mattia insieme ad altri 6 persone per atti terroristici con ordigni micidiali ed esplosivi(280 e 280bis) in relazione ad un attacco avvenuto al cantiere della TAV a Maggio. Questo sabato in solidarietà avverrà alle 17.30 un presidio al carcere delle Vallette - DETENUTI: A Marco Camenisch prigioniero al carcere di Lentzburg è stato notificato l'ennesimo rifiuto alla concessione della libertà condizionale alla quale avrebbe diritto già da tempo visto che ha già scontato i 2/3 della pena - Da Sabato è stato posto ai domiciliari Toff portato forzatamente a casa dai carabinieri dopo che si era recato presso la caserma per adempiere all'obbligo di firma, gli vengono contestati altri reati come la partecipazione all'iniziativa contro il taglio dell'acqua alla casa di via Don Monza a Saronno, sgomberata questa settimana, e alle giornate di resistenza dell'ex CUEM spazio occupato e autogestito dagli studenti della statale di Milano - Negata a Giobbe, attivista NoTav, l'ennesima richiesta di cambio delle misure cautelari rimane dunque ai domiciliari - ESTERO: Da quando lo stato della Luisiana ha privatizzato le carceri i detenuti sono raddopiati, il carcere come strumento estremo di speculazione capitalista - CIE: TRAPANI: Ancora racconti e fughe dal lager di Milo dove vengono ammassati donne uomini e bambini appena sbarcati costretti a dormire atterra e senza materassi - SIRACUSA: Il CIE di Siracusa "Oasi" passa in mano al consorzio Glicine ad un costo ancora più basso - Bari Palese: Fuoco e fiamme ad un intero padiglione, la causa è stata un rifiuto di liberazione per un ragazzo che si era pesantemente tagliato. Un rivoltoso portato via dalla polizia durante la protesta è stato rilasciato dopo che i compagni hanno minacciato di continuare a dar fuoco ad ogni cosa.
Thumbnail
☷ 01 - ✍ Jadel Andreetto - @ Italia, emilia romagna, bologna, san vitale, biblioteca ruffilli - ⌚ 2012-10-19 - ⟄ Copyleftcopyright, copyleft, autori, copia, SIAE, libertà intellettuale
[12.3 MB | 18 mins, 50 secs | 91 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
L'esperienza del gruppo di scrittori collettivi Kai Zen
Thumbnail
☷ 01 - ✍ Cristina Carnevali - @ Italia, emilia romagna, bologna, san vitale, biblioteca ruffilli - ⌚ 2012-10-19 - ⟄ Copyleftcopyright, copyleft, autori, copia, SIAE, libertà intellettuale
[8.2 MB | 13 mins, 19 secs | 85 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Aspetti base del copyright e copyleft, un po di storia, quando sono nati, come si esercitano, ...presentazione della serata e degli ospiti
Thumbnail
☷ 01 - ✍ andreetto, davoli, compagnia fantasma, zanni, - @ Italia, emilia romagna, bologna, san vitale, biblioteca ruffilli - ⌚ 2012-10-19 - ⟄ Copyleftcopyright, copyleft, autori, copia, SIAE, libertà intellettuale
[20.7 MB | 42 mins, 39 secs | 67 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44.1kHz]
Inizia il dibattito ed i racconti riguardo i diritti d'autore
Thumbnail
☷ 01 - ✍ andreetto, davoli, compagnia fantasma, zanni, - @ Italia, emilia romagna, bologna, san vitale, biblioteca ruffilli - ⌚ 2012-10-19 - ⟄ Copyleftcopyright, copyleft, autori, copia, SIAE, libertà intellettuale
[7.5 MB | 18 mins, 25 secs | 56 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44.1kHz]
Ultime domande e conclusioni
Thumbnail
☷ 01 - ✍ La compagnia fantasma - @ Italia, emilia romagna, bologna, san vitale, biblioteca ruffilli - ⌚ 2012-10-19 - ⟄ Copyleftcopyright, copyleft, autori, copia, SIAE, libertà intellettuale
[9.6 MB | 14 mins, 45 secs | 91 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
La compagnia fantasma ci svela le improbabili acrobazie del diritto d'autore in caso di modifica di opere altrui
Thumbnail
☷ 01 - ✍ Renzo Davoli - @ Italia, emilia romagna, bologna, san vitale, biblioteca ruffilli - ⌚ 2012-10-19 - ⟄ Copyleftcopyright, copyleft, autori, copia, SIAE, libertà intellettuale
[13.0 MB | 20 mins, 59 secs | 86 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Dualità dell'esistente in rapporto alle licenze d'uso.
Thumbnail
☷ 01 - ✍ Andrea Zanni - @ Italia, emilia romagna, bologna, san vitale, biblioteca ruffilli - ⌚ 2012-10-19 - ⟄ Copyleftcopyright, copyleft, autori, copia, SIAE, libertà intellettuale
[10.6 MB | 16 mins, 3 secs | 91 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
La storia e l'impegno di mediawiki e dei suoi progetti, il filo conduttore è il perchè e il tipo di licenza utilizzata
Thumbnail
☷ 01 - ✍ Piero Tasso - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2012-10-05 - ⟄ Wikipediacopyleft, mediattivismo, reti, rete, comunità, wiki, collaborativo, conoscenza, sapere, libertà, diritti
[25.9 MB | 35 mins, 35 secs | 101 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
La comunità di Wikipedia in lingua italiana è composta da 806 051 utenti registrati, dei quali 8 079 hanno contribuito con almeno una modifica nell'ultimo mese e 109 hanno un ruolo di servizio. Gli utenti costituiscono una comunità collaborativa, in cui tutti i membri, grazie anche ai progetti tematici e ai rispettivi luoghi di discussione, coordinano i propri sforzi nella redazione delle voci.
Thumbnail
☷ 02 - ✍ Anonimi - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2012-10-05 - ⟄ Wikipediacopyleft, mediattivismo, reti, rete, comunità, wiki, collaborativo, conoscenza, sapere, libertà, diritti
[37.4 MB | 57 mins, 20 secs | 91 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Dibattito a seguito della presentazione,Condividere saperi: Wikipedia tra utopia e poteri
Thumbnail
☷ 01 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[4.0 MB | 3 mins, 15 secs | 169 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 02 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[3.6 MB | 3 mins, 7 secs | 162 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 03 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[7.6 MB | 6 mins, 40 secs | 158 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 04 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[5.2 MB | 4 mins, 26 secs | 163 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 05 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[7.2 MB | 5 mins, 43 secs | 175 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 06 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[8.2 MB | 6 mins, 37 secs | 172 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 07 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[6.3 MB | 5 mins, 23 secs | 163 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 08 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[5.5 MB | 4 mins, 38 secs | 165 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 09 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[3.7 MB | 2 mins, 58 secs | 174 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 10 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[5.0 MB | 4 mins, 4 secs | 172 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 11 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[11.5 MB | 9 mins, 29 secs | 169 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
☷ 12 - ✍ Anarcorural - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-04-06 - ⟄ Anarcoruralfree jazz canti anarchici libertà
[5.3 MB | 4 mins, 27 secs | 166 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Una band di recente formazione, ma composta da musicisti collaudati che ripropone rielaborazioni free jazz degli storici canti di lotta anarchici e popolari.
Thumbnail
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
☷ 01 - ✍ NGN - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-02-02 - ⟄ la_mela_marciainformatica apple libertà digitali
[24.2 MB | 33 mins, 36 secs | 100 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Hanno sfondato la porta di casa con la furia devastatrice delle teste di cuoio. Hanno rovistato nell’appartamento del blogger californiano Jason Chen sequestrando computer e archivi. Il tutto per venire a capo del giallo della scomparsa di un segretissimo prototipo di iPhone 4, dimenticato in un bar “per una birra di troppo”.
Thumbnail
☷ 02 - ✍ anonimi - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-02-02 - ⟄ la_mela_marciainformatica apple libertà digitali
[14.9 MB | 20 mins, 17 secs | 102 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Hanno sfondato la porta di casa con la furia devastatrice delle teste di cuoio. Hanno rovistato nell’appartamento del blogger californiano Jason Chen sequestrando computer e archivi. Il tutto per venire a capo del giallo della scomparsa di un segretissimo prototipo di iPhone 4, dimenticato in un bar “per una birra di troppo”.
Thumbnail
☷ 03 - ✍ anonimi - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-02-02 - ⟄ la_mela_marciainformatica apple libertà digitali
[24.6 MB | 34 mins, 16 secs | 100 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44.1kHz]
Hanno sfondato la porta di casa con la furia devastatrice delle teste di cuoio. Hanno rovistato nell’appartamento del blogger californiano Jason Chen sequestrando computer e archivi. Il tutto per venire a capo del giallo della scomparsa di un segretissimo prototipo di iPhone 4, dimenticato in un bar “per una birra di troppo”.