Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Radio Spore - ⌚ 2023-04-20 - 📁 Staffetta anticarceraria 22 aprile 23intervista, repressione, Modena, carcere, strage del Sant39Anna, staffetta radio
[18.6 MB | 17 mins, 27 secs | 224 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Intervista con Alice del Comitato verità e giustizia per la strage del Sant'Anna, carcere di Modena per la staffetta radio anticarceraria del 22 aprile
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Circolo Berneri - ⌚ 2022-06-29 - 📁 Approfondimentianarchia, Antonio Senta, Aperitivo libertario, Covid19, etica, Pandemia, scienza, Stefano Boni, Circolo Berneri
[159.5 MB | 1 h, 59 mins, 12 secs | 224 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Sulla gestione della pandemia: etica, scienza, economia, governo, anarchia. Discussione con Toni Senta e Stefano Boni a partire dalle riflessioni condivise all’interno dei collettivi Gruppo Pandemico e Tutta un’altra storia
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Circolo Anarchico Berneri - @ Circolo Anarchico Berneri, Piazza di Porta Santo Stefano 1, Bologna - ⌚ 2022-06-29 - 📁 2022-06-29 Sulla gestione della pandemiaSulla gestione della pandemia etica, scienza, economia, governo, anarchia Discussione con Antonio Senta e Stefano
[466.2 MB | 2 hs, 20 mins, 50 secs | 499.821 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 48000kHz]
Sulla gestione della pandemia: etica, scienza, economia, governo, anarchia. Discussione con Antonio Senta e Stefano Boni
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ Redazione Radio Spore - @ Italia, Emila-Romagna, Bologna - ⌚ 2022-05-24 - 📁 specializago1, sgomberi, resistenza, autogestione, bologna
[7.7 MB | 9 mins, 25 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Intervista dal presidio contro lo sgombero dell'occupazione di via Zago 1
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Radio Wombat - ⌚ 2022-03-16 - 📁 GRcorsica81, sgombero, firenze, occupazione, corteo,
[20.0 MB | 23 mins, 3 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Gr della Ciurma Pirata del 16/03/2022
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Radio Wombat - ⌚ 2021-05-26 - 📁 GR2021csa next emerson, sgombero, firenze, castello, no tav,
[42.7 MB | 34 mins, 38 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Gr della Ciurma Pirata del 26/05/2021
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Elio Germano - @ Italia, Emila-Romagna, Bologna - ⌚ 2019-11-29 - 📁 LettureexCasermaSani, autogestione, citt
[8.1 MB | 10 mins, 20 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Elio Germano legge alcuni versi da "Il Libro Paradiso" di Roberto Roversi all'ex-caserma Sani di Bologna
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
xm24 - ⌚ 2019-07-15 - 📁 XM24storia infinita, sgombero, xm24, comune
[11.9 MB | 3 mins, 54 secs | kbps] - audio [opus | 2ch | 48000kHz] - video [vp9 | 800 x 450 | 25 fps]
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
xm24 - ⌚ 2019-07-11 - 📁 XM24storia infinita, sgombero, xm24
[14.3 MB | 3 mins, 59 secs | kbps] - audio [opus | 2ch | 48000kHz] - video [vp9 | 800 x 450 | 25 fps]
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-11-08 - 📁 s05p07mezzoradaria, maddalena, sgombero, 27 giugno 2011, 3 luglio 2011, manifestazione, exiles, chiomonte, misure cautelari, obbligo
[19.4 MB | 21 mins, 13 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Parliamo oggi con nicoletta Dosio raggiunta da dei provvedimenti di restrizione della libertà, a cui ha deciso di non sottostare. 1. Qual'è la tua vicenda giudiziaria? 2. Quali potrebbero essere le conseguenze a cagione di questo rifiuto? 3. La procura vuole disattivare la lotta mediante lo sfinimento?
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-06-18 - 📁 s03p37mezzoradaria, cremona, devastazione e saccheggio, matteo, Bologna, Dozza, antifascismo, Lega, Salvini, codice Rocco, emergenza sociale
[20.4 MB | 19 mins, 36 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Parliamo insieme ad un amico di Matteo, arrestato giovedì 11 giugno 2015 per i fatti di Cremona ed ora detenuto al carcere della Dozza. Chi è Matteo e quali sono i fatti di cui è imputato? Matteo viene accusato di devastazione e saccheggio, sappiamo che è una legge del passato.. Sabato c'è stato l'interrogatorio di Matteo hai qualche novità che viene da quel giorno? State organizzando presidi o benefit a favore di Matteo?
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-04-09 - 📁 s03p27mezzoradaria, Spagna, repressione, operazione, Pignatta, Pandora, GAC, anarchia, sciopero della fame, Francisco Solar, Monica Caballero,
[10.0 MB | 9 mins, 56 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Intervista a Ciabi, un compagno basco, che ci ragguaglia sull'operazione Pignatta, operazione repressiva che ha visto l'arresto di 35 compagni e compagne sul suolo spagnolo. Cosa è successo in Spagna con l'operazione Pignatta e che relazione ha con la precedente operazione? Dal tuo punto di vista che strategia e che obiettivi si propone la repressione con queste operazioni? Di che cosa ha paura il potere costituito in Spagna? Perchè adesso queste leggi? Come si stanno organizzando i compagni, per dare una risposta a questa ondata repressiva e alla situazione generale? Quanti compagni ci sono in questo momento in carcere e dove si trovano? Qual è il trattamento riservato ai nostri compagni al momento dell'ingresso in prigione? E' previsto un trattamento speciale?
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-03-19 - 📁 s02p24mezzoradaria, opg, rems, riforma, internati, abolizione, superamento, decreto, antipsichiatria, pericolosit sociale, operatori sanitari, detenzione, sicurezza,
[9.9 MB | 9 mins, 6 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Analisi della riforma che chiuderà gli ospedali psichiatrici giudiziari(OPG) spostando i reclusi nelle residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza(REMS) dove per il trattamento degli internati è molto simile a quello effettuato nelle precedenti struttura. Quasi sono i cambiamenti e quali invece sono le cose che rimarranno identiche?
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-02-12 - 📁 s03p17mezzoradaria, CIE, Roma, Ponte Galeria, proteste, autolesionismo, lamette, sanit, Varese, tribunale, sorveglianza speciale, centro sociale,
[4.2 MB | 3 mins, 51 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
ROMA, Ponte Galeria: Nei giorni scorsi nel CIE si sono riscontrate proteste per le condizioni di reclusione. Si sono registrati atti di autolesionismo per attrarre attenzione. La polizia è intervenuta per sedare la protesta - VARESE: Il tribunale ha respinto la richiesta della questura di sottoporre a sorveglianza speciale un attivista dei centri sociali ritenendo la richiesta pretestuosa e non legittima, si rimane ora in attesa di medesime richieste della questura di Bologna e Torino - PARMA: Condannato lo stato a pagare per le mancate cure mediche in carcere, un ex detenuto infatti per questo ha perso l'uso delle gambe - CALABRIA, Arghillà: Interrogazione parlamentare per riuscire ad avere informazioni sulle mancate cure mediche del detenuto morto in carcere Roberto Jerinò, si attendono ora le risposte dei ministri Orlando e Lorenzino - OPG: Vista l'imminente chiusura che dovrebbe avvenire il 31 marzo, i detenuti ritenuti dimissibili verranno inviati presso delle REMS finanziate dai fondi per la chiusura degli OPG, quelli non ritenuti dimissibili verranno spostati in sezioni a loro dedicate nei carceri di Rebibbia, Civitavecchia, Regina Coeli, Velletri - LEGGE: La riforma del codice penale è attualmente spinta in due distinte direzioni, il ministro Orlando procede con la strada della depenalizzazione dei reati di lieve entità, misure penali alternative mentre il giudice Gratteri che porterebbe ad una sostanziale inasprimento delle pene - AFGHANISTAN: La prigione fiore all'occhiello della città di Herat la si deve agli italiani, munita di un sistema aggiornatissimo di telesorveglianza. L'ONU nel frattempo riporta con un dossier che all'interno di quel carcere vi siano torture continue e donne punite per reati inesistenti in qualsiasi altro luogo del mondo - Il ministero della giustizia e del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria parteciperanno all'EXPO di Milano con i progetti di inclusione sociale e libera scuola di cucina - TORINO: Il 21 febbraio ci sarà un corteo NOTAV di solidarietà in risposta alle pesante sentenza del 27 gennaio che ha visto condannati 47 attivisti. Ci saranno pulman da Bologna
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-01-08 - 📁 s03p14mezzoradaria, Formigine, forza nuova, FN, razzismo, hotel, antifascismo, Aro, Vivi, presidio, solidariet, Modena, Parma, Rachid
[5.2 MB | 4 mins, 44 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
MODENA, Formigine: Il 12 dicembre viene organizzato un presidio antifascista di risposta a quello organizzato da FN davanti all'hotel dove 26 immigrati sono relegati dal piano di gestione stato/regione dei rifugiati. Il gruppo viene caricato dalla celere e 2 antifascist* vengono arrestati per 3 giorni e poi rilasciati con obbligo di dimora. Oggi 8 gennaio verrà svolto il processo per direttissima in solidarietà dalle 2.30 si svolgerà un presidio in solidarietà davanti al tribunale di Modena - PARMA: Rachid denuncia e registra i soprusi e le vessazioni che secondini e medici impartiscono a lui e ad altri detenuti. Ma questi a loro volta lo denunciano per diffamazione e la continua tensione viene spostato al carcere di Sollicciano a Firenze dove alcuni giorni fa a subito però un ennesimo pestaggio e nonostante i traumi non è stato medicato - ALBA ADRIATICA: Il 18 dicembre muore ucciso con un colpo d'arma da fuoco Akim Hadyj. Il colpo, ancora una volta, è partito dalla pistola di un carabiniere - BELGIO: Un uomo in prigione da 30 anni ha chiesto e ottenuto l'eutanasia, che in Belgio è legale dal 2002. Riceverà l'iniezione letale la prossima settimana. Aveva chiesto anni fa di essere trasferito una struttura attrezzata per trattamenti psichiatrici. Dopo l'accoglimento della sua domanda altri 15 detenuti hanno inoltrato la richiesta tutti hanno lo status di pazienti - RUGGI: E' stata archiviata nuovamente dopo appena un mese l'inchiesta per far luce sulla sua morte di Carmine Tedesco avvenuta il 14 novembre 2012 nell'ospedale salernitano dove venne lasciato senza la presenza di un medico che lo ha di fatto condannato - MINEO: Il 30 dicembre al CARA scoppia una rivolta dopo la mancata concessione di permessi di soggiorno per motivi umanitari. Per 3 dei rivoltosi è scattata la denuncia di devastazione e saccheggio, danneggiamento ed incendio, resistenza a pubblico ufficiale ed altri reati - VENEZIA: Vince la sua battaglia legale Doriano Vecchina. La cassazione infatti gli riconosce lo sconto di pena e il risarcimento emendato con lo svuota carceri visto che soggiornava in una cella di grandezza inferiore ai 3x3metri. A tale misura non va infatti calcolato lo spazio occupato dal mobilio - SIRIA: L'osservatorio internazionale per i diritti umani riferisce che centinaia di detenuti sono in sciopero della fame dal 27 dicembre nel carcere di Homs per denunciare la lunga detenzione con abusi e torture per lo più senza accuse né condanne formali. Riferiscono inoltre che dal 2011 sono almeno 200mila i detenuti passati per le carceri e che circa 12mila sarebbero i morti per tortura, mal nutrizione e pessime condizioni
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-12-11 - 📁 s03p10mezzoradaria, Nikos Romans, Grecia, sciopero della fame, universit, studio, esproprio, banca, anarchia, Nikos, ospedale, solidariet,
[12.3 MB | 11 mins, 4 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Nikos Romanòs è un compagno greco in sciopero della fame da 1 mese per affermare il diritto allo studio, previsto dalla legge per i detenuti. Tale diritto gli viene però negato in quanto anarchico. Breve storia degli avvenimenti che hanno portato Nikos in cella e alla rivendicazione del proprio diritto. Diverse azioni e manifestazioni di solidarietà si sono snodate in diverse parti del mondo. In particolare a Bologna ne è avvenuta una davanti al consolato greco in via indipendenza chiamata dal collettivo exarchia, ne parliamo con un organizzatore
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-12-04 - 📁 s03p09mezzoradaria, presentazione, appuntamenti, Modena, Cesena, Ligera, Sole e Baleno, assemblea nazionale, Bologna, Iqbal
[1.9 MB | 1 min, 45 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Appuntamenti: Presentazione della trasmissione a Modena e Cesena - Assemblea nazionale anti-carceraria a Bologna. Invito ai detenuti della Dozza di Bologna a scrivere più lettere alla trasmissione, anche nella propria lingua di appartenenza nella quale proveremo anche noi a rispondere
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-06-19 - 📁 s02p38mezzoradaria, Casa mannaja, Bologna, sgombero, polizia, carabinieri, pompieri, municipale, muratori, idranti, feriti, solidariet, Bolognina, Digos,
[7.1 MB | 6 mins, 15 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Martedì 17 Giugno a Bologna in Via Beverara e Via Zampieri: sgomberi e arresti. Cos'è successo? Solidarietà con i compagni.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-06-19 - 📁 s02p38mezzoradaria, solidariet, carcere, radio, privilegi, patto sociale, riabilitazione, punizione, OPG, azione diretta, facchini, no muos,
[7.1 MB | 6 mins, 15 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Calde riflessioni sulla solidarietà
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-04-17 - 📁 s02p29studenti, progr immigrazione, carcere, fine pena mai, pena sociale, studenti, detenzione sociale, stato di diritto,
[6.4 MB | 5 mins, 52 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Intervista alla associazione progrè: Come nasce, quando e cosa vi ha spinto a parlare di questi temi? Quali sono stati i riscontri dei dibattiti e degli interventi che avete fatto per il progetto "fine pena mai"? C'è stato qualcosa che vi ha colpito particolarmente trattando questo tema? Avete in cantiere qualche altra iniziativa? Quali sono i vostri canali di comunicazione?
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione, Tony - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2013-03-27 - 📁 mutuo_soccorsoberneri mutuosoccorso centri sociali csoa autogestione diritto avvocati legge difesa
[6.3 MB | 11 mins, 20 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Breve introduzione di Tony sull'associazione mutuosoccorso e sulle motivazioni che l'hanno spinta a pubblicare il libro
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 02 - ✍ Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione, Leo - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2013-03-27 - 📁 mutuo_soccorsoberneri mutuosoccorso centri sociali csoa autogestione diritto avvocati legge difesa
[23.5 MB | 43 mins, 38 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione e lunga digressione sull'iter legislativo ripercorrendo le tappe scandite dal testo.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 03 - ✍ Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2013-03-27 - 📁 mutuo_soccorsoberneri mutuosoccorso centri sociali csoa autogestione diritto avvocati legge difesa
[5.5 MB | 10 mins, 16 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Escursus sul DASPO, provvedimento che impedisce gli ultras di partecipare a manifestazioni sportive, in relazione alle applicazioni di questi provvedimenti anche per le manifestazioni politiche e, agli stadi visti come luoghi di test di questi e di eventuali futuri provvedimenti.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 05 - ✍ Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione, Tony - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2013-03-27 - 📁 mutuo_soccorsoberneri mutuosoccorso centri sociali csoa autogestione diritto avvocati legge difesa
[7.8 MB | 14 mins, 25 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Riflessione sulla diversità della repressione del nord europa e proiezione di essa sul futuro di quella italiana
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 05 - ✍ Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2013-03-27 - 📁 mutuo_soccorsoberneri mutuosoccorso centri sociali csoa autogestione diritto avvocati legge difesa
[7.8 MB | 14 mins, 23 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Richiesta dal pubblico di descrizione più approfondita del funzionamento dell'associazione e risposta
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 04 - ✍ Gran Bollito - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2012-10-06 - 📁 Come_e_se_i_social_media_cambiano_il_mediattivismoprivacy, comunicazione, sociale, internet, web, fb, ippolita, mediattivismo, rete
[7.4 MB | 13 mins, 12 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
“Futuro anteriore” è un oggetto narrativo non-identificato. È un racconto e un saggio. È un ebook. Immaginiamo un futuro remoto nel quale l’unica testimonianza della nostra civiltà sia una versione cartacea di “Futuro anteriore”. Cosa potranno capire i nostri discendenti del trentesimo o del trentacinquesimo secolo dopo Cristo? A proposito… Chi era ’sto Cristo? Perché quelli là contavano gli anni a partire da lui? Che ninnenanne cantavano ai loro bebè? Come pregavano? A cosa servivano quelle montagne di polimeri plasmati in varie forme che ci hanno lasciato? Boh. Certo che l’archeologia è affascinante, potrei stare a scavare in questa regione per tutta la vita e trovare un enigma al minuto… Per esempio, cosa c’è scritto qui? B…OB…B…YS…OLO…U…NA…L…∖CRI…MA…SU…L…V…I…5O…
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 03 - ✍ anonimi - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2012-10-06 - 📁 Come_e_se_i_social_media_cambiano_il_mediattivismoprivacy, comunicazione, sociale, internet, web, fb, ippolita, mediattivismo, rete
[9.0 MB | 14 mins, 25 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Facebook si avvia ad avere un miliardo di utenti. È uno straordinario dispositivo in grado di mettere a profitto ogni movimento compiuto sulla sua piattaforma. Nell’illusione di intrattenerci, o di promuovere i nostri progetti, lavoriamo invece per l’espansione di un nuovo tipo di mercato: il commercio relazionale. Nell’acquario di Facebook siamo tutti seguaci della Trasparenza Radicale: un insieme di pratiche narcisistiche e pornografia emotiva. Ci siamo sottoposti in maniera volontaria a un immenso esperimento sociale, economico, culturale e tecnico. L’anarco-capitalismo dei right libertarians californiani è il filo conduttore che ci permette di collegare Facebook ai Partiti Pirata europei, a Wikileaks. Gli algoritmi usati per la pubblicità personalizzata dai giganti della profilazione online, i nuovi padroni digitali (Facebook, Apple, Google, Amazon) sono gli stessi utilizzati dai governi dispotici per la repressione personalizzata. Nel nome della libertà di profitto. Tranquilli, nessun complotto: è solo il FAR WEST DIGITALE. IPPOLITA è un collettivo di scrittura conviviale. Libri e software copyleft http://ippolita.net
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 05 - ✍ Gran Bollito - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2012-10-06 - 📁 Come_e_se_i_social_media_cambiano_il_mediattivismoprivacy, comunicazione, sociale, internet, web, fb, ippolita, mediattivismo, rete
[12.6 MB | 21 mins, 45 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
“Futuro anteriore” è un oggetto narrativo non-identificato. È un racconto e un saggio. È un ebook. Immaginiamo un futuro remoto nel quale l’unica testimonianza della nostra civiltà sia una versione cartacea di “Futuro anteriore”. Cosa potranno capire i nostri discendenti del trentesimo o del trentacinquesimo secolo dopo Cristo? A proposito… Chi era ’sto Cristo? Perché quelli là contavano gli anni a partire da lui? Che ninnenanne cantavano ai loro bebè? Come pregavano? A cosa servivano quelle montagne di polimeri plasmati in varie forme che ci hanno lasciato? Boh. Certo che l’archeologia è affascinante, potrei stare a scavare in questa regione per tutta la vita e trovare un enigma al minuto… Per esempio, cosa c’è scritto qui? B…OB…B…YS…OLO…U…NA…L…∖CRI…MA…SU…L…V…I…5O…
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 06 - ✍ HY - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2012-10-06 - 📁 Come_e_se_i_social_media_cambiano_il_mediattivismoprivacy, comunicazione, sociale, internet, web, fb, ippolita, mediattivismo, rete
[2.6 MB | 4 mins, 27 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
breve estratto che magari rischia di perdersi lungo tutta la discussione ,ma mi piaceva lasciarvelo disponibile.. il tema è l'identità
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Simone - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2012-08-03 - 📁 saint-imieranarchia anarchismo saint-imier
[37.8 MB | 18 mins, 34 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Come si è Auto-organizzato l'incontro... - circoloberneri.indivia.net/
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
walter - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2012-08-03 - 📁 saint-imieranarchia anarchismo saint-imier
[15.7 MB | 7 mins, 59 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
introduzione alla discussione della serata, ovvero l'incontro internazionale anarchico che si terrà a saint imier dall'8 al 12 agosto 2012 - circoloberneri.indivia.net/
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 1011 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[5.7 MB | 2 mins, 36 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 05 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[3.3 MB | 1 min, 29 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 10 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[10.0 MB | 4 mins, 31 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 04 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[3.6 MB | 1 min, 38 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
un parere sul libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 07 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[28.9 MB | 13 mins, 6 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ colletivo A/I - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[10.6 MB | 4 mins, 34 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I nostri primi 10 anni, presentazione libercolo sui primi 10 anni del collettivo; Intervento di apertura.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 13 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[12.2 MB | 5 mins, 30 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 08 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[12.9 MB | 5 mins, 52 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 02 - ✍ colletivo A/I - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[15.3 MB | 6 mins, 55 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I nostri primi 10 anni, presentazione libercolo sui primi 10 anni del collettivo; Secondo Intervento
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 03 - ✍ colletivo A/I - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[12.0 MB | 5 mins, 26 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I nostri primi 10 anni, presentazione libercolo sui primi 10 anni del collettivo; Terzo Intervento
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 06 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[1.7 MB | 46 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 09 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[1.9 MB | 52 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 12 - ✍ anonimo - @ Italia, Abruzzo, L'Aquila, asilo occupato - ⌚ 2012-06-30 - 📁 10_anni_di_Autistici_InventatiAI, inventati, pianoR, kaos, autogestione, informatica, hack, hacktivism, hackit, hackmeeting
[2.0 MB | 55 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Domande alla presentazione del libro + kaos, 10 anni di Autistici/Inventati
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Intervista a cura della Coordinadora (http://coordinadora.noblogs.org) a Paolo, un compagno che vive nello stato messicano del Chiapas da molti anni, si è laureato in medicina a Tuxla Gutierrez (capitale amministrativa del Chiapas) e lavora in uno sperduto avamposto medico nella Selva Lacandona con le basi d'appoggio zapatiste (di etnie indigene Maya) che vivono nel Municipio Autonomo San Manuel in piccoli insediamenti rurali sparsi nella foresta. Medico italiano da molti anni in Chiapas, Paolo risponde a domande sulla situazione attuale e sugli sviluppi futuri con particolare riferimento al sistema sanitario autonomo zapatista. Per qualsiasi ulteriore informazione e per supportare concretamente il progetto clinica zapatista della Coordinadora scrivere a coordinadora@inventati.org. La Coordinadora è un luogo d’incontro libertario di individualità e di gruppi autonomi con un radicamento territoriale locale che presentano le proprie esperienze di autogestione e di solidarietà in Italia e all’estero. Molti dei partecipanti hanno appoggiato e appoggiano la lotta per la costruzione dell’autonomia zapatista in Chiapas (Messico) promuovendo, finanziando e realizzando progetti in loco insieme alle comunità indigene in resistenza. Riteniamo che lo zapatismo non possa essere automaticamente riproposto nelle nostre realtà, ma costituisca piuttosto uno stimolo a riprenderci il futuro e gestirlo con le nostre stesse mani. L’esperienza zapatista in Chiapas deve essere intesa come affermazione di un principio, come stimolo, e non come esempio da imitare pedissequamente. In questo contesto, Coordinadora vuole diventare uno strumento per la condivisione dei metodi di lavoro e delle esperienze caratterizzanti i diversi partecipanti, sia in Chiapas che nella propria realtà locale. Coordinadora può essere un esempio di coordinamento pratico delle azioni, sul nostro territorio e in Chiapas, di soggetti che mantengono una completa autonomia e libertà d’azione. Coordinadora è aperta a tutti coloro che condividono la lotta per la libertà, l’affermazione dei principi base dello zapatismo, l’autogestione nonché l’indipendenza dalle strutture di potere politico ed economico.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
@ italy, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-08-02 - 📁 dentro_le_ganggang migranti seconda generazione centro sociale zapata genova xm24 teleimmagini bologna queirolo poveda vida loca
[37.6 MB | 34 mins, 48 secs | 128 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz] - video [theora | 400 x 300 | 25 fps]
Video che racconta la presentazione del volume DENTRO LE GANG. Giovani, migranti e nuovi spazi pubblici (Ombre Corte, Verona, 2009) di L. Queirolo Palmas all interno della rassegna MERYXM all XM24 di Bologna il 19 maggio 2010. Le immagini di copertura sono tratte dal film LA VIDA LOCA di Christian Poveda. I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire âbandeâ: unâetichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dellâinterpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità , quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 04 - ✍ collettivo Libera - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-01-19 - 📁 liberaautogestione sgombero modena gioia anarchia abitazione centro sociale
[4.6 MB | 5 mins, 59 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
LIBERA è uno spazio autogestito. Spazio sociale metropolitano al venerdì e sabato notte, comune agricola dalla domenica al giovedì. 5 anni sotto sgombero contro la costruzione di un autodromo e umilmente rasa al suolo l’8 agosto 2008 sotto un caldo infernale. Un’esperienza autogestita includente e molto partecipata, che continua. Saranno presenti i partecipanti all’esperienza autogestita modenese di LIBERA! per raccontare le esperienze passate ed i progetti futuri. LIbera! unidea “L’autogestione è inarrestabile perchè si nutre di desideri, sogni, idee, progettualità di individui liberi”.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 02 - ✍ collettivo Libera - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-01-19 - 📁 liberaautogestione sgombero modena gioia anarchia abitazione centro sociale
[4.6 MB | 6 mins | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
LIBERA è uno spazio autogestito. Spazio sociale metropolitano al venerdì e sabato notte, comune agricola dalla domenica al giovedì. 5 anni sotto sgombero contro la costruzione di un autodromo e umilmente rasa al suolo l’8 agosto 2008 sotto un caldo infernale. Un’esperienza autogestita includente e molto partecipata, che continua. Saranno presenti i partecipanti all’esperienza autogestita modenese di LIBERA! per raccontare le esperienze passate ed i progetti futuri. LIbera! unidea “L’autogestione è inarrestabile perchè si nutre di desideri, sogni, idee, progettualità di individui liberi”.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 05 - ✍ collettivo Libera - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-01-19 - 📁 liberaautogestione sgombero modena gioia anarchia abitazione centro sociale
[8.4 MB | 11 mins | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
LIBERA è uno spazio autogestito.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ collettivo Libera - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-01-19 - 📁 liberaautogestione sgombero modena gioia anarchia abitazione centro sociale
[14.1 MB | 17 mins, 48 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
LIBERA è uno spazio autogestito. Spazio sociale metropolitano al venerdì e sabato notte, comune agricola dalla domenica al giovedì. 5 anni sotto sgombero contro la costruzione di un autodromo e umilmente rasa al suolo l’8 agosto 2008 sotto un caldo infernale. Un’esperienza autogestita includente e molto partecipata, che continua. Saranno presenti i partecipanti all’esperienza autogestita modenese di LIBERA! per raccontare le esperienze passate ed i progetti futuri. LIbera! unidea “L’autogestione è inarrestabile perchè si nutre di desideri, sogni, idee, progettualità di individui liberi”.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 06 - ✍ collettivo Libera - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-01-19 - 📁 liberaautogestione sgombero modena gioia anarchia abitazione centro sociale
[7.6 MB | 10 mins, 13 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
LIBERA è uno spazio autogestito. Spazio sociale metropolitano al venerdì e sabato notte, comune agricola dalla domenica al giovedì. 5 anni sotto sgombero contro la costruzione di un autodromo e umilmente rasa al suolo l’8 agosto 2008 sotto un caldo infernale. Un’esperienza autogestita includente e molto partecipata, che continua. Saranno presenti i partecipanti all’esperienza autogestita modenese di LIBERA! per raccontare le esperienze passate ed i progetti futuri. LIbera! unidea “L’autogestione è inarrestabile perchè si nutre di desideri, sogni, idee, progettualità di individui liberi”.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 02 - ✍ collettivo Libera - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-01-19 - 📁 liberaautogestione sgombero modena gioia anarchia abitazione centro sociale
[3.9 MB | 4 mins, 59 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
LIBERA è uno spazio autogestito. Spazio sociale metropolitano al venerdì e sabato notte, comune agricola dalla domenica al giovedì. 5 anni sotto sgombero contro la costruzione di un autodromo e umilmente rasa al suolo l’8 agosto 2008 sotto un caldo infernale. Un’esperienza autogestita includente e molto partecipata, che continua. Saranno presenti i partecipanti all’esperienza autogestita modenese di LIBERA! per raccontare le esperienze passate ed i progetti futuri. LIbera! unidea “L’autogestione è inarrestabile perchè si nutre di desideri, sogni, idee, progettualità di individui liberi”.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 02 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-10-06 - 📁 milano_noir_e_gialdcox18 centri sociali csoa autogestione sgombero
[1.6 MB | 2 mins, 36 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Milano Nera Nera come la magia nera del capitale fittizio (finanza, rendita immobiliare e saccheggio sans phrase) che domina la sua economia al punto di averne fatto la propria nave ammiraglia. Nera come i buchi neri lasciati nel tessuto sociale urbano dalla distruzione dei quartieri storici e dalla deindustrializzazione seguita alla guerra sporca combattuta (e vinta) contro gli operai e la loro durezza. Nera come la pelle nera (olivastra, gialla o comunque coloured) delle sue nuove plebi, quel “popolo degli abissi” che, per poterne spremere il sudore fino all’ultima goccia, viene clandestinizzato, controllato dai militari nelle strade e sottoposto al ricatto dell’espulsione. Nera come l’anima di chi ci comanda (mafia e ‘ndrangheta ormai la fan da padroni in quella che un tempo amava autorappresentarsi come la “capitale morale” d’Italia; del resto, già allora, questa pretesa moralità altro non era che una gran banfata). Nera come i fazulet (foera di ball!) del Ventennio e i craponi pelati d’oggigiorno. Nera come il catrame misto tondinovetrocemento metastatizzatosi fino a diventare una metropoli senza confini, blob che ingloba e soffoca il suo intorno, mostruosa abolizione coatta e monocorde (invece che creativo e dialettico superamento) delle tradizionali differenze tra città e campagna. Nera come la cronaca che spettacolarizza canagliescamente, senza saperla né raccontare né comprendere, la ciclotimia euforico-depressiva di questa metropoli senza confini, i cortocircuiti delle passioni tristi, le fobie aggressive, la psicopatologia del non-vissuto quotidiano, la violenza repressa. Nera come lo sprofondo esistenziale che coglie il precario, l’“uomo flessibile” just-in-time, uso a lavorar servendo, al termine delle sue spericolate ancorché improbabili acrobazie surfistiche per non cadere nel gorgo della povertà conclamata e del disconoscimento. Nera come l’abito-divisa delle torve torme di addetti alla security che vegliano gli accessi ai suoi sberluccicanti Antri del Vuoto. Nera come la voragine della galera che ti uccide per pochi grammi di droga. Nera come il sangue di Abba rappreso sull’asfalto. Nera perché rosa dalla necrosi.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 02 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-10-06 - 📁 milano_noir_e_gialdcox18 centri sociali csoa autogestione sgombero
[1.9 MB | 2 mins, 57 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-10-06 - 📁 milano_noir_e_gialdcox18 centri sociali csoa autogestione sgombero
[3.2 MB | 4 mins, 50 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 04 - ✍ Paola Varalli, Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-10-06 - 📁 milano_noir_e_gialdcox18 centri sociali csoa autogestione sgombero noir giald giallo
[7.1 MB | 10 mins, 58 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Il nero e il giallo. Il giald in dialetto milanese, il noir come genere letterario capace di raccontare il presente e di coinvolgere un pubblico sempre più numeroso. Il registro del noir appare particolarmente adatto anche per gettare uno sguardo critico e dissidente su una realtà come quella milanese in cui esclusione, cleptocrazia, speculazione e uso politico della paura hanno ucciso l’anima della città e trasformato in mostri le sue figure popolari, dal “Me ciami Brambilla e fu l’uperari” al “Me ciami zanza e fu l’assessur”. In Milano noir e giald, e nel dvd allegato, si susseguono opere create perlopiù da giovani, raccolte attraverso una serie di iniziative organizzate dal centro sociale Cox 18, luogo storico dell’underground milanese. Testi, racconti orali, fotografie, disegni, fumetti, canzoni e immagini in movimento all’insegna dei due colori. Il nero di una città malsana e spietata che si può e si deve cambiare, il giallo perché questa inevitabile mutazione sarà piena di suspense, colpi di scena e criminali da scovare. Aldo Amicucci, Gianluca Angioi, Giuseppe Apolito, Riccardo Avesani, Chiara Balsamo, Bettina Bartalesi, Marika Battarola, Paolo Binni, Federico Bovo, BSimo, Nelson Corallo, Pietro Dossena, Andrea Ferrari, Francesco Gallone, Gert l’infame, GGTarantola, Giubbonsky, Antonella Grieco, Andrea Guerra, Jerrinez, Lady Snowhite, Lucciole, Fanny Molteni, Alessandro Nebbia, Vincenzo Pandolfi, Paolo Pasi, Pear, Giovanni Pirelli, Serena Porrati, Titta Raccagni, Ratzo, Federico Rizzo, Paolo Robaudi, Vito Manolo Roma, Rosanera, Federico Tinelli, Lenin Andrejievic Ulianov, Paola Varalli.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ Tubia - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2010-10-01 - 📁 Come_e_se_i_social_media_cambiano_il_mediattivismoprivacy, comunicazione, sociale, internet, web, fb, ippolita, mediattivismo, rete
[2.0 MB | 3 mins, 19 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Introduzione di un attivista del circolo anarchico Camillo Berneri per la giornata: Come e se i Social Media cambiano il mediattivismo
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 02 - ✍ HY - @ Italia, emilia romagna, bologna, Cir Berneri, cassero di porta santo stefano - ⌚ 2010-10-01 - 📁 Come_e_se_i_social_media_cambiano_il_mediattivismoprivacy, comunicazione, sociale, internet, web, fb, ippolita, mediattivismo, rete
[12.2 MB | 20 mins, 22 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Facebook si avvia ad avere un miliardo di utenti. È uno straordinario dispositivo in grado di mettere a profitto ogni movimento compiuto sulla sua piattaforma. Nell’illusione di intrattenerci, o di promuovere i nostri progetti, lavoriamo invece per l’espansione di un nuovo tipo di mercato: il commercio relazionale. Nell’acquario di Facebook siamo tutti seguaci della Trasparenza Radicale: un insieme di pratiche narcisistiche e pornografia emotiva. Ci siamo sottoposti in maniera volontaria a un immenso esperimento sociale, economico, culturale e tecnico. L’anarco-capitalismo dei right libertarians californiani è il filo conduttore che ci permette di collegare Facebook ai Partiti Pirata europei, a Wikileaks. Gli algoritmi usati per la pubblicità personalizzata dai giganti della profilazione online, i nuovi padroni digitali (Facebook, Apple, Google, Amazon) sono gli stessi utilizzati dai governi dispotici per la repressione personalizzata. Nel nome della libertà di profitto. Tranquilli, nessun complotto: è solo il FAR WEST DIGITALE. IPPOLITA è un collettivo di scrittura conviviale. Libri e software copyleft http://ippolita.net
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 05 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-06-23 - 📁 storia_di_un_autogestionecox18 centri sociali csoa autogestione sgombero milano occupazioni sindacati
[5.2 MB | 10 mins, 46 secs | 70 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-06-23 - 📁 storia_di_un_autogestionecox18 centri sociali csoa autogestione sgombero milano occupazioni sindacati
[7.3 MB | 15 mins, 2 secs | 70 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-06-23 - 📁 storia_di_un_autogestionecox18 centri sociali csoa autogestione sgombero milano occupazioni sindacati
[13.8 MB | 28 mins, 28 secs | 70 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 04 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-06-23 - 📁 storia_di_un_autogestionecox18 centri sociali csoa autogestione sgombero milano occupazioni sindacati
[2.5 MB | 5 mins, 7 secs | 70 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 06 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-06-23 - 📁 storia_di_un_autogestionecox18 centri sociali csoa autogestione sgombero milano occupazioni sindacati
[5.5 MB | 11 mins, 17 secs | 70 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 03 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-06-23 - 📁 storia_di_un_autogestionecox18 centri sociali csoa autogestione sgombero milano occupazioni sindacati
[6.8 MB | 14 mins, 15 secs | 70 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 07 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-06-23 - 📁 storia_di_un_autogestionecox18 centri sociali csoa autogestione sgombero milano occupazioni sindacati
[5.9 MB | 12 mins, 12 secs | 70 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 06 - ✍ Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-06-23 - 📁 storia_di_un_autogestionecox18 centri sociali csoa autogestione sgombero milano occupazioni sindacati
[4.7 MB | 9 mins, 53 secs | 70 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Presentazione del volume a cura di Cox18, ­ Archivio Primo Moroni, ­ Calusca City Lights. I collettivi di questo luogo, conosciuto come Cox18, rifiutano le ideologie dominanti o che vogliono dominare, rifiutano la delega, scelgono la forma assembleare per prendere decisioni ed esistere, cercano relazioni personali non strumentali, perseguono l’autogestione generalizzata, creano aggregazioni e reti di solidarietà. In queste pagine si racconta come da 34 anni sia possibile l’esistenza di questo luogo, di come, nel relazionarsi ad esso, le articolazioni dell’amministrazione cittadina, (consigli di zona, assessorati ecc.) abbiano dovuto ascoltare e prendere atto di tutte delle istanze che venivano dal basso, annullare, sospendere o rinviare l’applicazione delle procedure securitarie ed emergenziali provenienti dall’alto.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Beppe Casales - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-28 - 📁 saludSpagna anarchia Durruti rivoluzione 3936 guerra civile
[14.8 MB | 7 mins, 47 secs | 256 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Per darvi una idea, 3 estratti mixati della prima parte dello spettacolo: Salud, monologo teatrale sull'esperienza anarchica della Spagna nel'36. Grande viaggio nei sogni di quegli anni.
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 06 - ✍ Paolo Languasco - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - 📁 dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[6.9 MB | 8 mins, 58 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 04 - ✍ L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - 📁 dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[8.5 MB | 11 mins, 22 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 02 - ✍ L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - 📁 dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[11.4 MB | 15 mins, 8 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 07 - ✍ maurizio - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - 📁 dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[547.2 KB | 43 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 01 - ✍ maurizio, L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - 📁 dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[10.3 MB | 13 mins, 24 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 03 - ✍ L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - 📁 dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[13.2 MB | 17 mins, 15 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 04 - ✍ maurizio, max - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - 📁 dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[4.3 MB | 5 mins, 45 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
☷ 07 - ✍ L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - 📁 dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[10.4 MB | 13 mins, 53 secs | 112 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
2009-07-24 - 📁 indiviaserver indivia insalata foglia larga lunga verde chiaro autogestione replicazione ridondanza irc web stream
[2.1 MB | 3 mins, 3 secs | 26.666 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 22050kHz] - video [theora | 352 x 288 | 55 fps]
Video di promo del server autogestito indivia.net #2
Thumbnail
[Download][Link][Player][Edit][Embed]
Teleimmagini, Kioshi Takeuda - @ XM24, Bologna, Italy - ⌚ 2006-01-01 - 📁 teleimmaginismash party, anarchia, oggetti, distruzione
[7.4 MB | 2 mins, 4 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz] - video [ | 400 x 300 | 799 fps]