Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Radio Wombat - ⌚ 2021-04-07 - ⟄ GRcarcere, migranti, non una di meno, firenze, alitalia,
[54.4 MB | 44 mins, 46 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Gr della Ciurma Pirata del 07/04/2021
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Radio Spore - ⌚ 2021-03-04 - ⟄ GRcarcere, 8 marzo, morti nel Mediterraneo, diritti umani, migrazioni, Berta Caceres, Bolivia, CUA
[31.5 MB | 31 mins, 28 secs | 200 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 32000kHz]
Gr della Ciurma Pirata del 04/03/2021
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Radio Wombat - ⌚ 2021-03-03 - ⟄ GR 2020no tav, processo, lucha y siesta, casa delle donne, napoli sotterranea, foren fighters, carovana migranti,
[39.3 MB | 40 mins, 57 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Gr della Ciurma Pirata del 20/01/2021
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Radio Spore - ⌚ 2021-02-16 - ⟄ GRPablo Hasel, NUDM, Priorità Alla Scuola, NoTav, Strage di Bologna, carceri, Ecuador, Guinea
[18.3 MB | 29 mins, 26 secs | 224 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Gr della Ciurma Pirata del 16/02/2021
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Radio Spore - ⌚ 2021-02-04 - ⟄ GRPablo Hassel, accordi Libia-Italia, respingimenti e migranti morti in mare, Draghi, excaserme bolognesi...
[13.9 MB | 21 mins, 7 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 44100kHz]
Gr della Ciurma Pirata del 04/02/2021
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Radio Wombat - ⌚ 2021-01-20 - ⟄ GR 2020no tav, processo, lucha y siesta, casa delle donne, napoli sotterranea, foren fighters, carovana migranti,
[44.6 MB | 46 mins, 30 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Gr della Ciurma Pirata del 20/01/2021
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Cappucciccetto rotto eppur bisogna andar e la Lupezza cattiva - @ Italia, Emila-Romagna, Bologna - ⌚ 2020-04-25 - ⟄ InterventiCappucciccetto rotto eppur bisogna andar e la Lupezza cattiva rilanciano la proposta della Brigata per
[4.9 MB | 5 mins, 21 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
intervento
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Redazione Gr Radio Spore - @ Italia, Emila-Romagna, Bologna - ⌚ 2020-04-13 - ⟄ GRcarcere, coronavirus, Catalogna, detenuti politici, Google, Apple, Mediterraneo, migranti
[22.0 MB | 19 mins, 33 secs | 192 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Puntata del Gr di Radio Spore del 13/04/2020
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 01 - ✍ Redazione Gr Radio Spore - @ Italia, Emila-Romagna, Bologna - ⌚ 2020-04-09 - ⟄ GRcoronavirus, mutualismo, epidemiacolposa, portichiusi, ong, migranti, app, cina, yemen, usa, polonia, bologna, sosteniamoli , vag61,
[29.7 MB | 27 mins, 46 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Puntata del Gr di Radio Spore del 09/04/2020
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-06-23 - ⟄ mezzoradariamezzoradaria, CIE, CARA, SPRAR, CAS, migranti, immigrazione, accoglienza, solidariet
[14.9 MB | 25 mins, 40 secs | 96 kbps] - audio [vorbis | 1ch | 44100kHz]
Proviamo a fare una riflessione in quel mondo chiamato dell'accoglienza secondaria. Che cos'è l'accoglienza e qual'è il suo scopo?
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2016-06-09 - ⟄ mezzoradariamezzodararia, repressione, devastazione e saccheggio, codice rocco, Roma, Milano, Cremona, Dozza, Emilio, antifascismo, primo maggio,
[13.7 MB | 18 mins, 46 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Con Matteo, un ragazzo arrestato con l'accusa di Devastazione e Saccheggio per gli scontri avvenuti a Cremona durante la manifestazione chiamata in solidarietà dopo che un gruppo di fascisti di Casapound aggrediscono mandando in coma Emilio un compagno del centro sociale Dordoni, e Peppino, della campagna scateniamoli che si occupa di seguire con attenzione i processi per il reato di Devastazione e Saccheggio, facciamo il punto della situazione su Cremona, il 15 Ottobre romano e il 1 Maggio a Milano.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-06-18 - ⟄ s03p37mezzoradaria, cremona, devastazione e saccheggio, matteo, Bologna, Dozza, antifascismo, Lega, Salvini, codice Rocco, emergenza sociale
[20.4 MB | 19 mins, 36 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Parliamo insieme ad un amico di Matteo, arrestato giovedì 11 giugno 2015 per i fatti di Cremona ed ora detenuto al carcere della Dozza. Chi è Matteo e quali sono i fatti di cui è imputato? Matteo viene accusato di devastazione e saccheggio, sappiamo che è una legge del passato.. Sabato c'è stato l'interrogatorio di Matteo hai qualche novità che viene da quel giorno? State organizzando presidi o benefit a favore di Matteo?
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-06-18 - ⟄ s03p37mezzoradaria, cremona, devastazione e saccheggio, emilio, csa dordoni, casapound, csa kavarna, repressione, antifascismo
[3.0 MB | 3 mins, 16 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Cronologia dei fatti di cremona, dal 18 gennaio, giorno in cui avviene l'aggressione da parte di Casapound al Csa Dordoni dove lasciano in coma Emilio prima di fuggire come conigli a gambe levate, al 24 gennaio giorno del corteo dove la rabbia si è diffusa per la città, fino ai giorni della repressione degli ultimi giorni
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-01-15 - ⟄ s03p15mezzoradaria, Rosa, migranti, avvocati, Bologna, rinnovo, permesso di soggiorno, INPS, contributi, estratto conto previdenziale, lavoro,
[7.3 MB | 6 mins, 56 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Riprendiamo la questione migrazione con l'avvocato Rosa: Qual'è una buona pratica che un migrante potrebbe seguire per esser sicuro che al momento della richiesta del rinnovo del permesso di soggiorno per motivi lavorativi questo abbia tutte le carte in regola? E se il lavoratore scoprisse che il datore di lavoro non versa i contributi? Esistono sportelli che forniscono assistenza legale ai quali chiedere informazioni e che abbiano un ambiente migliore di quello della questura? Possiamo spiegare perché abbiamo definito la questura di Bologna come un luogo non disponibile o facile da affrontare per un migrante che debba svolgere pratiche per rinnovare il suo permesso di soggiorno?
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-01-15 - ⟄ s03p15mezzoradaria, Rosa, migranti, avvocati, Bologna, immigrazione, burocrazia, visto, ricongiungimento familiare, famiglia, lavoro, ambasciata, decreto flussi,
[11.4 MB | 10 mins, 45 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Affrontiamo la questione burocratica della migrazione insieme all'avvocato Rosa oggi ospite in redazione: Cos'è un visto d'ingresso e che prospettive di vita permette ad un migrante? Quali sono e chi si può rivolgere una domanda di permesso di soggiorno? Cosa succede in caso di diniego? Nel caso di sospensione dell'ordine di allontanamento da parte del TAR quali sono le peculiarità della questura di Bologna?
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2015-01-08 - ⟄ s03p14mezzoradaria, Bressogne, Aosta, ias morgante srl, Arturo Berselli E C, aumenti, rincaro, sciopero, petizione, Torino,
[25.3 MB | 22 mins, 55 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Faremo parlare leggendo direttamente le lettere di chi è rinchiuso concentrandoci sulle lotte e sulle proteste avvenute in alcuni carceri italiani questa estate. Oltre a leggere alcune riflessioni e consigli di cuore e di intelligenza viva su come lottare da dentro il carcere contro la propria stessa gabbia e sulla solidarietà da fuori
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-12-04 - ⟄ s03p09mezzoradaria, presentazione, appuntamenti, Modena, Cesena, Ligera, Sole e Baleno, assemblea nazionale, Bologna, Iqbal
[1.9 MB | 1 min, 45 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Appuntamenti: Presentazione della trasmissione a Modena e Cesena - Assemblea nazionale anti-carceraria a Bologna. Invito ai detenuti della Dozza di Bologna a scrivere più lettere alla trasmissione, anche nella propria lingua di appartenenza nella quale proveremo anche noi a rispondere
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-11-20 - ⟄ s03p07mezzoradaria, notiziario, Firenze, procura, Riccardo Magherini, 118, arresto, deceduto, omicidio colposo, video, calci, percosse, morti
[5.3 MB | 5 mins, 11 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
FIRENZE: La procura ha richiesto il rinvio a giudizio per omicidio colposo per i 4 carabinieri e i 3 soccorritori del 118 che hanno soccorso Riccardo Magherini, il 40enne deceduto nella notte tra il 2 e il 3 Marzo a Firenza mentre veniva arrestato. Uno dei militari deve rispondere anche di percosse perchè un video girato dai passanti mostra mentre lo colpisce con qualche calcio quando era già atterra immobilizzato - ROMA, Rebibbia: A 60 anni, malata di tumore e ancora detenuta - NAPOLI: Familiari di un detenuto 75enne denunciano che viene lasciato in cella senza cure - MONTELUPO FIORENTINO: Un detenuto per protesta da fuoco alla cella ma i giornali giornali locali si preoccupano solo di chi lavora al suo interno - FOSSOMBRONE: Un detenuto per protesta brucia i suppellettili della propria cella - CATANIA, Bicocca: Un detenuto in regime di alta sicurezza da fuoco alla sua cella. Sarà forse che ci dobbiamo chiedere il perché un uomo rischia la propria vita dando fuoco alla cella in cui è rinchiuso? - CIE, BARI: Grazie alla campagna dell'ordine dei giornalisti "Lasciateci entrare" questi riescono ad entrare si fa loro divieto di riprendere e fotografare - SPOLETO, Maiano: Il direttore del penitenziario Luca Sardella trova inqualificabile e smentisce tutte le accuse formulate a suo indirizzo e a quello dei suoi collaboratori e si riserva di disporre una querela per vie legali per i documenti redatti e firmati dal garante dei detenuti regionale Luca Fiorio con i quali contesta una raffica di anomalie osservate all'interno di quel carcere - LAVORO: Andrea Esposito in una lettera scritta al presidente dell'associazione ex detenuti organizzati di Napoli Pietro Ioia, descrive così le case lavoro: "Per 2 anni l'internato non lavora in pratica viene solamente escluso dalla società per 24 mesi con il risultato che quando esce è ancora più isolato ed emarginato di prima, io non ho imparato nulla!" - NOTAV: Sono 9 anni e 6 mesi gli anni richiesti per i compagni Chiara, Niccolò, Mattia, Claudio dai PM Padalino e Rinaudo dopo una inverosimile requisitoria farcita di un lessico proprio solo al sistema che difendono. La solidarietà però non tarda ad arrivare: a Venezia è stata imbrattato il tribunale con scritte contro l'alta velocità mentre a Milano sono stati sfasciati bancomat e auto di lusso
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 2 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-05-15 - ⟄ s02p33mezzoradaria, genere, femminilit, ricci limoni e caffettiere, edizioni dell39asino, madri, figli, 21 aprile 2011, ICAM,
[8.9 MB | 8 mins, 31 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Parliamo di detenzione femminile connotandolo dal punto di vista sociale, economico, culturale e tipologia di reato
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-05-08 - ⟄ s02p32mezzoradaria, rubrica, recensione, libro, edizioni dell39asino, Recensione di Ricci Limoni e caffettiere
[2.4 MB | 2 mins, 18 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
Recensione di Ricci Limoni e caffettiere: Piccoli stratagemmi di una vita ristretta scritto da alcune recluse nel carcere di Rebibbia e distribuito regolarmente in libreria.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 3 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-01-30 - ⟄ s02p18solidariet, NOTAV, Niccolo, Claudio, Chiara e Mattia, libert, galera, repressione
[921.5 KB | 46 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
conclusioni e annuncio delle prossime puntate con questa tematica ma con focus su arrestati del 3 Luglio e del 9 Dicembre
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 1 - ✍ mezzoradaria, radio città fujiko - @ italia, emilia romagna, bologna - ⌚ 2014-01-09 - ⟄ s02p15carcere, detenuti, mezzoradaria, radio, sbarre, detenzione, sopprusi, secondino, violenza, CIE, notiziario, morti, Foggia, Salvatore Di
[6.3 MB | 5 mins, 50 secs | 160 kbps] - audio [vorbis | 2ch | 44100kHz]
FOGGIA: Muore in infermeria a 58 anni Salvatore Di Ceglie - VILLA ANDREINO: muore un 27enne per aver inalato il gas delle bombole per stufette in dotazione - GENOVA: un altro 27enne dopo aver tentato di dar fuoco il 26 dicembre alla sua cella ha tentato il suicidio nella stessa sezione di alta sorveglianza - IVREA: si impicca un 41enne con un cappio fatto con i sacchi dell'immondizia - ROMA, REBIBBIA: Francesco di 51 anni si è suicidato era in attesa di giudizio da luglio, doveva essere trasferito in un carcere psichiatrico - LE SUGHERE: Esiste la speranza di riapertura del caso di Marcello Lonzi morto a 30 anni nel 2003 dopo che un detenuto a testimoniato l'esistenza di celle bianche usate per pestare i detenuti - Dal primo gennaio l'azienda provinciale di Trapani a sospeso senza alcuna motivazione l'erogazione di farmaci compresi quelli generici e per HIV per i detenuti di Trapani S.Giuliano, Castel Vetrano e Favignana - SOLLICCIANO: I detenuti protestano per i materassi logori e sporchi lanciandoli nei corridoi tra l'altro allagati dalle recenti piogge. A ciò si aggiungono pareti umide, mancanza di acqua calda e riscaldamento - G8 2001: Condanne da 1 a 8 mesi da scontare ai domiciliari e senza restrizioni per l'ex capo della DIGOS di Genova, l'ex dirigente UCIGOS, l'ex capo del servizio centrale operativo poi del dipartimento centrale anticrimine, l'ex capo della polizia di Genova, gli ex capi delle squadre mobili di Firenze Viterbo e L'Aquila ed un ispettore per aver falsificato prove verbali durante il processo ma non condannabili per il pestaggio alla Diaz per prescrizione - VELLETRI: condannati 2 agenti della penitenziaria per un pestaggio nonostante il loro tentativo di insabbiamento con false relazioni - TERMINI IMERESE: Accertata la violazione dei diritti umani ma manca il nuovo garante dei detenuti e la procedura si arena - Si scopre dal giornale Il Manifesto che a Davide Manuel, già in regime di 41bis, viene vietata la lettura del libro di Umberto Eco "Il Nome della Rosa" e del "Il Manifesto" - Chiuse le aste dei bandi per la costruzione del nuovo carcere privato di Bolzano previsto dal decreto salva italia varato da Monti, si pensa alla pessima esperienza america - CIE: BOLOGNA: Il 18 dicembre la polizia carica i manifestanti che volevano scrivere nella parete esterna della struttura una frase contro la riapertura - MODENA: Definitivamente chiuso dal ministero dell'interno dopo aver rescisso il contratto con l'OASI, continuano le misure restrittive per i 3 ragazzi che a Giugno avevano partecipato ad un presidio sotto tale struttura -GRADISCA DI ISONZO: Attualmente temporaneamente chiuso, ma nonostante questo sono stati condannati 9 persone per aver vergato sulle pareti frasi per richiederne la chiusura durante una manifestazione di YA BASTA - MILANO, CORELLI: Iniziati i lavori i restauro per sanare i danni effettuati durante le rivolte dei detenuti, i fondi sono stanziati dalla prefettura - LAMPEDUSA: Svuotato il CIE, con trasferimenti e rimpatri, dopo che è uscito il video che mostrava i detenuti denudati e disinfettati nel cortile - ROMA, PONTE GALERIA: Diversi detenuti si cuciono le labbra per chiedere dignità, tempi di espulsione e rilascio più rapidi. I deputati del PD questa questa volta cavalcano l'onda dello scandalo lampedusano e appoggiano l'iniziativa "Lasciateci Entrare" - DOZZA: Firmato il protocollo tra il penitenziario e l'università di cui avevamo già parlato per aprire un polo universitario decentrato ne rimangono però escluso il femminile e l'altra sorveglianza.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 06 - ✍ Zbog - @ aradio - ⌚ 2013-12-17 - ⟄ tracce-resistenti6 puntata di Tracce resistenti musica e info internazionaliste la playlist in crescendo di veleno su aRadio
[66.8 MB | 30 mins, 8 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
#_#
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 01 - ✍ Laura Corradi - @ Italia, Calabria, Cosenza, CPOA Rialzo - ⌚ 2013-06-08 - ⟄ Hackit_2013contestazione di immagini hetero/sessiste e razziste e forme della guerriglia semiotica
[34.5 MB | 43 mins, 32 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
contestazione di immagini hetero/sessiste e razziste e forme della guerriglia semiotica
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 01 - ✍ Kbyte,Ono-Sendai - @ Italia, Calabria, Cosenza, CPOA Rialzo - ⌚ 2013-06-08 - ⟄ Hackit_2013da deception e rilevamento di intrusioni al collezionamento compulsivo di malware
[77.1 MB | 1 h, 28 mins, 47 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
da deception e rilevamento di intrusioni al collezionamento compulsivo di malware
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 07 - ✍ Zbog - @ aradio, Genzano romano, Castelli Romani, Itaila - ⌚ 2013-01-01 - ⟄ tracce-resistenti7 puntata di Tracce resistenti musica e info internazionaliste la playlist in crescendo di veleno su aRadio
[37.9 MB | 32 mins, 4 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
in onda su radio default, Marzo 2013
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 08 - ✍ Zbog - @ aradio, Genzano romano, Castelli Romani, Itaila - ⌚ 2013-01-01 - ⟄ tracce-resistenti8 puntata di Tracce resistenti musica e info internazionaliste su aRadio, elezioni legislative in guinea conakry ottobre 2013
[78.8 MB | 38 mins, 11 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
in onda su radio default, Marzo 2013
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Rebeldia Media Crew ::rmc - @ Italia, Toscana, Pisa, quartiere della stazione - ⌚ 2011-10-05 - ⟄ 2009carnevale, migranti, rebeldia
[69.5 MB | 3 mins, 13 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 48000kHz] - video [ | 786 x 576 | 25 fps]
Carnevale multietnico nel quartiere della stazione di Pisa
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
☷ 01 [ma i files lunghi saranno divisi in più traccie, quindi questo è l'ordine con cui verranno visualizzati. usare SEMPRE lo stesso numero di cifre, es 01 02 03 oppure 001 002 003] - ✍ redazione zoonews - @ luogo in cui stato registrato l'evento (es. Italia, emilia-romagna, bologna, via sticazzi 23 ) - ⌚ 2011-10-03 - ⟄ GiornaleRadio[inserire alcune parole chiave che lo descrivono,senza virgola, serve per le cercare altri files che trattano di cose simili, crea legami tra parole per relazionare diversi files —- no descrizioni spazio tempo — (related items) —- es: Title Antifa e territori 1 Suject monitoraggio, antifascismo, territorialità, nuove destre, fascismi ]
[14.8 MB | 16 mins, 8 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
breve descrizione dell'opera estratta
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Nell’ambito della Manifestazione Nazionale di Genuino Clandestino (Bologna, 27 settembre – 2 ottobre), Da Rosarno a Nardò. Crisi e lotte nell’agricoltura meridionale In molte zone del Sud Italia l’agricoltura versa in uno stato di crisi profonda e duratura ed è strozzata dalla grande distribuzione organizzata. Il settore si regge soprattutto sfruttando pesantemente i braccianti stranieri, le cui condizioni di vita e di lavoro sono drammatiche. Far fronte a questa situazione è da anni urgente e necessario. In questo incontro ci confronteremo con alcune delle esperienze più interessanti che si occupano di questi temi: l’associazione EquoSud, che nella Piana di Gioia Tauro (Reggio Calabria) costruisce progetti che uniscono braccianti africani, piccoli produttori di agrumi e gruppi di consumatori critici; e le realtà che la scorsa estate hanno dato vita allo sciopero dei braccianti africani a Nardò (Lecce). Ne discuteremo con: Gianluca Nigro (associazione Finis Terrae, Puglia) Yvan Sagnet (portavoce dei braccianti in sciopero di Nardò) Moussa Sangare (assemblea dei lavoratori africani di Rosarno a Roma) Michele Trungadi (contadino, associazione EquoSud) Introduce: Mimmo Perrotta www.campiaperti.org
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
mimmo perrotta - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-09-28 - ⟄ da_Rosarno_a_Nardomigranti lavoratori agricoltura diritti
[5.6 MB | 7 mins, 13 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 44100kHz]
Nell’ambito della Manifestazione Nazionale di Genuino Clandestino (Bologna, 27 settembre – 2 ottobre), Da Rosarno a Nardò. Crisi e lotte nell’agricoltura meridionale In molte zone del Sud Italia l’agricoltura versa in uno stato di crisi profonda e duratura ed è strozzata dalla grande distribuzione organizzata. Il settore si regge soprattutto sfruttando pesantemente i braccianti stranieri, le cui condizioni di vita e di lavoro sono drammatiche. Far fronte a questa situazione è da anni urgente e necessario. In questo incontro ci confronteremo con alcune delle esperienze più interessanti che si occupano di questi temi: l’associazione EquoSud, che nella Piana di Gioia Tauro (Reggio Calabria) costruisce progetti che uniscono braccianti africani, piccoli produttori di agrumi e gruppi di consumatori critici; e le realtà che la scorsa estate hanno dato vita allo sciopero dei braccianti africani a Nardò (Lecce). Ne discuteremo con: Gianluca Nigro (associazione Finis Terrae, Puglia) Yvan Sagnet (portavoce dei braccianti in sciopero di Nardò) Moussa Sangare (assemblea dei lavoratori africani di Rosarno a Roma) Michele Trungadi (contadino, associazione EquoSud) Introduce: Mimmo Perrotta www.campiaperti.org
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Nell’ambito della Manifestazione Nazionale di Genuino Clandestino (Bologna, 27 settembre – 2 ottobre), Da Rosarno a Nardò. Crisi e lotte nell’agricoltura meridionale In molte zone del Sud Italia l’agricoltura versa in uno stato di crisi profonda e duratura ed è strozzata dalla grande distribuzione organizzata. Il settore si regge soprattutto sfruttando pesantemente i braccianti stranieri, le cui condizioni di vita e di lavoro sono drammatiche. Far fronte a questa situazione è da anni urgente e necessario. In questo incontro ci confronteremo con alcune delle esperienze più interessanti che si occupano di questi temi: l’associazione EquoSud, che nella Piana di Gioia Tauro (Reggio Calabria) costruisce progetti che uniscono braccianti africani, piccoli produttori di agrumi e gruppi di consumatori critici; e le realtà che la scorsa estate hanno dato vita allo sciopero dei braccianti africani a Nardò (Lecce). Ne discuteremo con: Gianluca Nigro (associazione Finis Terrae, Puglia) Yvan Sagnet (portavoce dei braccianti in sciopero di Nardò) Moussa Sangare (assemblea dei lavoratori africani di Rosarno a Roma) Michele Trungadi (contadino, associazione EquoSud) Introduce: Mimmo Perrotta www.campiaperti.org
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Nell’ambito della Manifestazione Nazionale di Genuino Clandestino (Bologna, 27 settembre – 2 ottobre), Da Rosarno a Nardò. Crisi e lotte nell’agricoltura meridionale In molte zone del Sud Italia l’agricoltura versa in uno stato di crisi profonda e duratura ed è strozzata dalla grande distribuzione organizzata. Il settore si regge soprattutto sfruttando pesantemente i braccianti stranieri, le cui condizioni di vita e di lavoro sono drammatiche. Far fronte a questa situazione è da anni urgente e necessario. In questo incontro ci confronteremo con alcune delle esperienze più interessanti che si occupano di questi temi: l’associazione EquoSud, che nella Piana di Gioia Tauro (Reggio Calabria) costruisce progetti che uniscono braccianti africani, piccoli produttori di agrumi e gruppi di consumatori critici; e le realtà che la scorsa estate hanno dato vita allo sciopero dei braccianti africani a Nardò (Lecce). Ne discuteremo con: Gianluca Nigro (associazione Finis Terrae, Puglia) Yvan Sagnet (portavoce dei braccianti in sciopero di Nardò) Moussa Sangare (assemblea dei lavoratori africani di Rosarno a Roma) Michele Trungadi (contadino, associazione EquoSud) Introduce: Mimmo Perrotta www.campiaperti.org
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Nell’ambito della Manifestazione Nazionale di Genuino Clandestino (Bologna, 27 settembre – 2 ottobre), Da Rosarno a Nardò. Crisi e lotte nell’agricoltura meridionale In molte zone del Sud Italia l’agricoltura versa in uno stato di crisi profonda e duratura ed è strozzata dalla grande distribuzione organizzata. Il settore si regge soprattutto sfruttando pesantemente i braccianti stranieri, le cui condizioni di vita e di lavoro sono drammatiche. Far fronte a questa situazione è da anni urgente e necessario. In questo incontro ci confronteremo con alcune delle esperienze più interessanti che si occupano di questi temi: l’associazione EquoSud, che nella Piana di Gioia Tauro (Reggio Calabria) costruisce progetti che uniscono braccianti africani, piccoli produttori di agrumi e gruppi di consumatori critici; e le realtà che la scorsa estate hanno dato vita allo sciopero dei braccianti africani a Nardò (Lecce). Ne discuteremo con: Gianluca Nigro (associazione Finis Terrae, Puglia) Yvan Sagnet (portavoce dei braccianti in sciopero di Nardò) Moussa Sangare (assemblea dei lavoratori africani di Rosarno a Roma) Michele Trungadi (contadino, associazione EquoSud) Introduce: Mimmo Perrotta www.campiaperti.org
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
@ italy, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2011-08-02 - ⟄ dentro_le_ganggang migranti seconda generazione centro sociale zapata genova xm24 teleimmagini? bologna queirolo poveda vida loca maras
[37.6 MB | 34 mins, 47 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz] - video [ | 400 x 300 | 25 fps]
Video che racconta la presentazione del volume DENTRO LE GANG. Giovani, migranti e nuovi spazi pubblici (Ombre Corte, Verona, 2009) di L. Queirolo Palmas all interno della rassegna MERYXM all XM24 di Bologna il 19 maggio 2010. Le immagini di copertura sono tratte dal film LA VIDA LOCA di Christian Poveda. I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire âbandeâ: unâetichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dellâinterpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità , quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
lesion - @ Italia, Firenze, nEXt Emerson - ⌚ 2011-06-25 - ⟄ ArduinoArduino, cose e controcose
[438.5 MB | 1 h, 44 mins, 42 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 22050kHz] - video [ | 320 x 240 | 10 fps]
Introduzione ad Arduino. Riprogrammazione di ATMEGA. PCB making, Oggetti a basso consumo, pannellini solari come piovessero e ferri da stiro.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
André de Matos - ⌚ 2010-12-29 - ⟄ Scuola_Italiano_Migrantiscuola migranti italiano lingua xm24 SIM
[66.4 MB | 19 mins, 40 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz] - video [ | 640 x 512 | 2997 fps]
A Bologna, in una saletta del centro sociale XM 24, esiste la Scuola di Italiano CON Migranti (S.I.M.). Un luogo dove imparare la lingua italiana ma anche molto di più. La scuola è anche un luogo dove aprirsi, confrontarsi, conoscersi, socializzare e costruire un processo di crescita insieme; è un luogo dove organizzare attività e parlare dei propri diritti, del proprio status politico-sociale e dove creare interazione tra realtà diverse, per provenienza, lingua, cultura. Insegnanti e studenti ci raccontano la propria esperienza all'interno della scuola ed il percorso che hanno svolto durante l'anno 2009/2010.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Gabriele Del Grande - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-12-15 - ⟄ Mare_di_mezzomediterraneo migrazioni migranti morti CIE frontiere
[24.4 MB | 25 mins, 46 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro “IL MARE DI MEZZO al tempo dei respingimenti” (Infinito Edizioni, 2010) con l’autore Gabriele Del Grande, il fondatore di Fortress Europe. Introduce Maurizio Ricciardi (Università di Bologna, Coordinamento Migranti Bologna e Provincia) Sant’Agostino era africano. Oggi che ne sarebbe di lui? Forse respinto in Libia. Oppure disperso in mare. O magari rinchiuso in un centro di espulsione… Tre anni di inchieste, un viaggio tra memoria e attualità che vi farà trattenere il fiato dalla prima all’ultima pagina. Una raccolta di testimonianze e storie che fanno la storia. La nostra storia. E quella di un Mediterraneo sempre più blindato dalla paura dell’altro. “A noi scrittori non restano che le parole per sovvertire la realtà. Io ho scelto le parole del mio amato Mediterraneo, il Mare di Mezzo. Ho scelto le storie dei padri di Annaba e quelle dei padrini di Tunisi. Le storie delle diaspore di due ex colonie italiane come l’Eritrea e la Somalia negli anni dei respingimenti in Libia e quelle dei pescatori del Canale di Sicilia. Le storie degli italianitravirgolette che l’Italia manda via e quelle delle tante Italie nate senza fare rumore: AilatiditaliA, nelle campagne marocchine, sul delta del Nilo e nei villaggi del Burkina Faso”. http://fortresseurope.blogspot.com/2010/03/il-mare-di-mezzo.html
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Gabriele Del Grande - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-12-15 - ⟄ Mare_di_mezzomediterraneo migrazioni migranti morti CIE frontiere
[1.1 MB | 1 min, 20 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro “IL MARE DI MEZZO al tempo dei respingimenti” (Infinito Edizioni, 2010) con l’autore Gabriele Del Grande, il fondatore di Fortress Europe. Introduce Maurizio Ricciardi (Università di Bologna, Coordinamento Migranti Bologna e Provincia) Sant’Agostino era africano. Oggi che ne sarebbe di lui? Forse respinto in Libia. Oppure disperso in mare. O magari rinchiuso in un centro di espulsione… Tre anni di inchieste, un viaggio tra memoria e attualità che vi farà trattenere il fiato dalla prima all’ultima pagina. Una raccolta di testimonianze e storie che fanno la storia. La nostra storia. E quella di un Mediterraneo sempre più blindato dalla paura dell’altro. “A noi scrittori non restano che le parole per sovvertire la realtà. Io ho scelto le parole del mio amato Mediterraneo, il Mare di Mezzo. Ho scelto le storie dei padri di Annaba e quelle dei padrini di Tunisi. Le storie delle diaspore di due ex colonie italiane come l’Eritrea e la Somalia negli anni dei respingimenti in Libia e quelle dei pescatori del Canale di Sicilia. Le storie degli italianitravirgolette che l’Italia manda via e quelle delle tante Italie nate senza fare rumore: AilatiditaliA, nelle campagne marocchine, sul delta del Nilo e nei villaggi del Burkina Faso”. http://fortresseurope.blogspot.com/2010/03/il-mare-di-mezzo.html
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Gabriele Del Grande - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-12-15 - ⟄ Mare_di_mezzomediterraneo migrazioni migranti morti CIE frontiere
[12.7 MB | 14 mins, 14 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro “IL MARE DI MEZZO al tempo dei respingimenti” (Infinito Edizioni, 2010) con l’autore Gabriele Del Grande, il fondatore di Fortress Europe. Introduce Maurizio Ricciardi (Università di Bologna, Coordinamento Migranti Bologna e Provincia) Sant’Agostino era africano. Oggi che ne sarebbe di lui? Forse respinto in Libia. Oppure disperso in mare. O magari rinchiuso in un centro di espulsione… Tre anni di inchieste, un viaggio tra memoria e attualità che vi farà trattenere il fiato dalla prima all’ultima pagina. Una raccolta di testimonianze e storie che fanno la storia. La nostra storia. E quella di un Mediterraneo sempre più blindato dalla paura dell’altro. “A noi scrittori non restano che le parole per sovvertire la realtà. Io ho scelto le parole del mio amato Mediterraneo, il Mare di Mezzo. Ho scelto le storie dei padri di Annaba e quelle dei padrini di Tunisi. Le storie delle diaspore di due ex colonie italiane come l’Eritrea e la Somalia negli anni dei respingimenti in Libia e quelle dei pescatori del Canale di Sicilia. Le storie degli italianitravirgolette che l’Italia manda via e quelle delle tante Italie nate senza fare rumore: AilatiditaliA, nelle campagne marocchine, sul delta del Nilo e nei villaggi del Burkina Faso”. http://fortresseurope.blogspot.com/2010/03/il-mare-di-mezzo.html
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Gabriele Del Grande - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-12-15 - ⟄ Mare_di_mezzomediterraneo migrazioni migranti morti CIE frontiere
[3.4 MB | 3 mins, 50 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro “IL MARE DI MEZZO al tempo dei respingimenti” (Infinito Edizioni, 2010) con l’autore Gabriele Del Grande, il fondatore di Fortress Europe. Introduce Maurizio Ricciardi (Università di Bologna, Coordinamento Migranti Bologna e Provincia) Sant’Agostino era africano. Oggi che ne sarebbe di lui? Forse respinto in Libia. Oppure disperso in mare. O magari rinchiuso in un centro di espulsione… Tre anni di inchieste, un viaggio tra memoria e attualità che vi farà trattenere il fiato dalla prima all’ultima pagina. Una raccolta di testimonianze e storie che fanno la storia. La nostra storia. E quella di un Mediterraneo sempre più blindato dalla paura dell’altro. “A noi scrittori non restano che le parole per sovvertire la realtà. Io ho scelto le parole del mio amato Mediterraneo, il Mare di Mezzo. Ho scelto le storie dei padri di Annaba e quelle dei padrini di Tunisi. Le storie delle diaspore di due ex colonie italiane come l’Eritrea e la Somalia negli anni dei respingimenti in Libia e quelle dei pescatori del Canale di Sicilia. Le storie degli italianitravirgolette che l’Italia manda via e quelle delle tante Italie nate senza fare rumore: AilatiditaliA, nelle campagne marocchine, sul delta del Nilo e nei villaggi del Burkina Faso”. http://fortresseurope.blogspot.com/2010/03/il-mare-di-mezzo.html
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Maurizio Ricciardi - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-12-15 - ⟄ Mare_di_mezzomediterraneo migrazioni migranti morti CIE frontiere
[1.2 MB | 1 min, 27 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro “IL MARE DI MEZZO al tempo dei respingimenti” (Infinito Edizioni, 2010) con l’autore Gabriele Del Grande, il fondatore di Fortress Europe. Introduce Maurizio Ricciardi (Università di Bologna, Coordinamento Migranti Bologna e Provincia) Sant’Agostino era africano. Oggi che ne sarebbe di lui? Forse respinto in Libia. Oppure disperso in mare. O magari rinchiuso in un centro di espulsione… Tre anni di inchieste, un viaggio tra memoria e attualità che vi farà trattenere il fiato dalla prima all’ultima pagina. Una raccolta di testimonianze e storie che fanno la storia. La nostra storia. E quella di un Mediterraneo sempre più blindato dalla paura dell’altro. “A noi scrittori non restano che le parole per sovvertire la realtà. Io ho scelto le parole del mio amato Mediterraneo, il Mare di Mezzo. Ho scelto le storie dei padri di Annaba e quelle dei padrini di Tunisi. Le storie delle diaspore di due ex colonie italiane come l’Eritrea e la Somalia negli anni dei respingimenti in Libia e quelle dei pescatori del Canale di Sicilia. Le storie degli italianitravirgolette che l’Italia manda via e quelle delle tante Italie nate senza fare rumore: AilatiditaliA, nelle campagne marocchine, sul delta del Nilo e nei villaggi del Burkina Faso”. http://fortresseurope.blogspot.com/2010/03/il-mare-di-mezzo.html
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Maurizio Ricciardi - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-12-15 - ⟄ Mare_di_mezzomediterraneo migrazioni migranti morti CIE frontiere
[408.1 KB | 29 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro “IL MARE DI MEZZO al tempo dei respingimenti” (Infinito Edizioni, 2010) con l’autore Gabriele Del Grande, il fondatore di Fortress Europe. Introduce Maurizio Ricciardi (Università di Bologna, Coordinamento Migranti Bologna e Provincia) Sant’Agostino era africano. Oggi che ne sarebbe di lui? Forse respinto in Libia. Oppure disperso in mare. O magari rinchiuso in un centro di espulsione… Tre anni di inchieste, un viaggio tra memoria e attualità che vi farà trattenere il fiato dalla prima all’ultima pagina. Una raccolta di testimonianze e storie che fanno la storia. La nostra storia. E quella di un Mediterraneo sempre più blindato dalla paura dell’altro. “A noi scrittori non restano che le parole per sovvertire la realtà. Io ho scelto le parole del mio amato Mediterraneo, il Mare di Mezzo. Ho scelto le storie dei padri di Annaba e quelle dei padrini di Tunisi. Le storie delle diaspore di due ex colonie italiane come l’Eritrea e la Somalia negli anni dei respingimenti in Libia e quelle dei pescatori del Canale di Sicilia. Le storie degli italianitravirgolette che l’Italia manda via e quelle delle tante Italie nate senza fare rumore: AilatiditaliA, nelle campagne marocchine, sul delta del Nilo e nei villaggi del Burkina Faso”. http://fortresseurope.blogspot.com/2010/03/il-mare-di-mezzo.html
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Maurizio Ricciardi - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-12-15 - ⟄ Mare_di_mezzomediterraneo migrazioni migranti morti CIE frontiere
[5.4 MB | 6 mins, 41 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro “IL MARE DI MEZZO al tempo dei respingimenti” (Infinito Edizioni, 2010) con l’autore Gabriele Del Grande, il fondatore di Fortress Europe. Introduce Maurizio Ricciardi (Università di Bologna, Coordinamento Migranti Bologna e Provincia) Sant’Agostino era africano. Oggi che ne sarebbe di lui? Forse respinto in Libia. Oppure disperso in mare. O magari rinchiuso in un centro di espulsione… Tre anni di inchieste, un viaggio tra memoria e attualità che vi farà trattenere il fiato dalla prima all’ultima pagina. Una raccolta di testimonianze e storie che fanno la storia. La nostra storia. E quella di un Mediterraneo sempre più blindato dalla paura dell’altro. “A noi scrittori non restano che le parole per sovvertire la realtà. Io ho scelto le parole del mio amato Mediterraneo, il Mare di Mezzo. Ho scelto le storie dei padri di Annaba e quelle dei padrini di Tunisi. Le storie delle diaspore di due ex colonie italiane come l’Eritrea e la Somalia negli anni dei respingimenti in Libia e quelle dei pescatori del Canale di Sicilia. Le storie degli italianitravirgolette che l’Italia manda via e quelle delle tante Italie nate senza fare rumore: AilatiditaliA, nelle campagne marocchine, sul delta del Nilo e nei villaggi del Burkina Faso”. http://fortresseurope.blogspot.com/2010/03/il-mare-di-mezzo.html
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Najad - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[2.8 MB | 3 mins, 43 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
@ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[9.6 MB | 12 mins, 42 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Gianluigi Bovini - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[4.8 MB | 6 mins, 16 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Gianluigi Bovini - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[23.9 MB | 33 mins, 12 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
@ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[2.1 MB | 2 mins, 39 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
@ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[11.4 MB | 15 mins, 17 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Giorgio - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[954.3 KB | 1 min, 10 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
@ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[24.3 MB | 28 mins, 3 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Sandro Mezzadra - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-24 - ⟄ migranti-spazi_urbani-movimentimigranti città Bolognina ricerca università Bologna Atene Barcellona quartiere
[18.4 MB | 23 mins, 19 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione e dibattito su Ge.M.IC., un progetto di ricerca transnazionale finanziato dall’Unione Europea. Tre team di ricerca hanno affrontato il tema degli spazi urbani dal punto di vista dei migranti a Bologna, Atene e Barcellona. Tre città, tre quartieri, molte storie. Nella serata saranno presentati i principali risultati della ricerca a partire dalla condizione migrante a Bologna e nella Bolognina.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Maurizio Ricciardi - @ Italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-17 - ⟄ Mare_di_mezzomediterraneo migrazioni migranti morti CIE frontiere
[14.9 MB | 18 mins, 23 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro “IL MARE DI MEZZO al tempo dei respingimenti” (Infinito Edizioni, 2010) con l’autore Gabriele Del Grande, il fondatore di Fortress Europe. Introduce Maurizio Ricciardi (Università di Bologna, Coordinamento Migranti Bologna e Provincia) Sant’Agostino era africano. Oggi che ne sarebbe di lui? Forse respinto in Libia. Oppure disperso in mare. O magari rinchiuso in un centro di espulsione… Tre anni di inchieste, un viaggio tra memoria e attualità che vi farà trattenere il fiato dalla prima all’ultima pagina. Una raccolta di testimonianze e storie che fanno la storia. La nostra storia. E quella di un Mediterraneo sempre più blindato dalla paura dell’altro. “A noi scrittori non restano che le parole per sovvertire la realtà. Io ho scelto le parole del mio amato Mediterraneo, il Mare di Mezzo. Ho scelto le storie dei padri di Annaba e quelle dei padrini di Tunisi. Le storie delle diaspore di due ex colonie italiane come l’Eritrea e la Somalia negli anni dei respingimenti in Libia e quelle dei pescatori del Canale di Sicilia. Le storie degli italianitravirgolette che l’Italia manda via e quelle delle tante Italie nate senza fare rumore: AilatiditaliA, nelle campagne marocchine, sul delta del Nilo e nei villaggi del Burkina Faso”. http://fortresseurope.blogspot.com/2010/03/il-mare-di-mezzo.html
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Andrea Perin - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-03 - ⟄ ricette_scorrettecucina migranti contaminazioni
[14.3 MB | 18 mins, 52 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Un’occasione per raccontare come cambia la cucina con i nuovi cittadini da tutto il mondo. E per ricordare che le novità sono una risorsa e non un problema… Ci sono poche cose che definiscono un popolo più della sua cucina: il cibo non è solo sapore ma anche appartenenza, legame profondo con la propria comunità. Chi si trasferisce in un altro paese è obbligato a cambiare abito e lingua, ma cerca sempre di conservare qualcosa della cucina originaria. In Italia, nazione che affida molta della propria identità alla tradizione culinaria, l’immigrazione è un fenomeno relativamente recente e le abitudini a tavola delle nuove popolazioni vengono spesso tenute ai margini. Tuttavia, fermo restando il predominio di pizza e spaghetti, ci sono persone curiose che, nel silenzio delle loro cucine, stanno cominciando a mischiare i sapori e a ibridare le tradizioni, cioè a creare nuovi piatti. A volte aggiungono o sostituiscono ingredienti alle ricette del loro paese di origine, a volte modificano piatti italiani secondo i propri gusti oppure creano accostamenti inconsueti tra pietanze diverse. Sono ricette scorrette che non si trovano sui libri di cucina, né su quelli italiani né su quelli etnici: hanno sapori imprevisti, ingredienti nuovi, gusti che contaminano felicemente la presunta correttezza della ricetta originale. Questo libro pubblica ricette ma non è un ricettario. Di solito un libro di cucina stabilisce quali sono le regole davanti ai fornelli. Qui invece ogni piatto è un atto di invenzione individuale, un sorprendente incontro di tradizioni e sapori raccontato in prima persona da quanti si sono divertiti, più per gusto che per necessità, a sperimentare nuove pietanze.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Andrea Perin - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-03 - ⟄ ricette_scorrettecucina migranti contaminazioni
[14.3 MB | 18 mins, 39 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Un’occasione per raccontare come cambia la cucina con i nuovi cittadini da tutto il mondo. E per ricordare che le novità sono una risorsa e non un problema… Ci sono poche cose che definiscono un popolo più della sua cucina: il cibo non è solo sapore ma anche appartenenza, legame profondo con la propria comunità. Chi si trasferisce in un altro paese è obbligato a cambiare abito e lingua, ma cerca sempre di conservare qualcosa della cucina originaria. In Italia, nazione che affida molta della propria identità alla tradizione culinaria, l’immigrazione è un fenomeno relativamente recente e le abitudini a tavola delle nuove popolazioni vengono spesso tenute ai margini. Tuttavia, fermo restando il predominio di pizza e spaghetti, ci sono persone curiose che, nel silenzio delle loro cucine, stanno cominciando a mischiare i sapori e a ibridare le tradizioni, cioè a creare nuovi piatti. A volte aggiungono o sostituiscono ingredienti alle ricette del loro paese di origine, a volte modificano piatti italiani secondo i propri gusti oppure creano accostamenti inconsueti tra pietanze diverse. Sono ricette scorrette che non si trovano sui libri di cucina, né su quelli italiani né su quelli etnici: hanno sapori imprevisti, ingredienti nuovi, gusti che contaminano felicemente la presunta correttezza della ricetta originale. Questo libro pubblica ricette ma non è un ricettario. Di solito un libro di cucina stabilisce quali sono le regole davanti ai fornelli. Qui invece ogni piatto è un atto di invenzione individuale, un sorprendente incontro di tradizioni e sapori raccontato in prima persona da quanti si sono divertiti, più per gusto che per necessità, a sperimentare nuove pietanze.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Andrea Perin - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-03 - ⟄ ricette_scorrettecucina migranti contaminazioni
[4.6 MB | 5 mins, 52 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Un’occasione per raccontare come cambia la cucina con i nuovi cittadini da tutto il mondo. E per ricordare che le novità sono una risorsa e non un problema… Ci sono poche cose che definiscono un popolo più della sua cucina: il cibo non è solo sapore ma anche appartenenza, legame profondo con la propria comunità. Chi si trasferisce in un altro paese è obbligato a cambiare abito e lingua, ma cerca sempre di conservare qualcosa della cucina originaria. In Italia, nazione che affida molta della propria identità alla tradizione culinaria, l’immigrazione è un fenomeno relativamente recente e le abitudini a tavola delle nuove popolazioni vengono spesso tenute ai margini. Tuttavia, fermo restando il predominio di pizza e spaghetti, ci sono persone curiose che, nel silenzio delle loro cucine, stanno cominciando a mischiare i sapori e a ibridare le tradizioni, cioè a creare nuovi piatti. A volte aggiungono o sostituiscono ingredienti alle ricette del loro paese di origine, a volte modificano piatti italiani secondo i propri gusti oppure creano accostamenti inconsueti tra pietanze diverse. Sono ricette scorrette che non si trovano sui libri di cucina, né su quelli italiani né su quelli etnici: hanno sapori imprevisti, ingredienti nuovi, gusti che contaminano felicemente la presunta correttezza della ricetta originale. Questo libro pubblica ricette ma non è un ricettario. Di solito un libro di cucina stabilisce quali sono le regole davanti ai fornelli. Qui invece ogni piatto è un atto di invenzione individuale, un sorprendente incontro di tradizioni e sapori raccontato in prima persona da quanti si sono divertiti, più per gusto che per necessità, a sperimentare nuove pietanze.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Andrea Perin - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-11-03 - ⟄ ricette_scorrettecucina migranti contaminazioni
[14.3 MB | 18 mins, 53 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Un’occasione per raccontare come cambia la cucina con i nuovi cittadini da tutto il mondo. E per ricordare che le novità sono una risorsa e non un problema… Ci sono poche cose che definiscono un popolo più della sua cucina: il cibo non è solo sapore ma anche appartenenza, legame profondo con la propria comunità. Chi si trasferisce in un altro paese è obbligato a cambiare abito e lingua, ma cerca sempre di conservare qualcosa della cucina originaria. In Italia, nazione che affida molta della propria identità alla tradizione culinaria, l’immigrazione è un fenomeno relativamente recente e le abitudini a tavola delle nuove popolazioni vengono spesso tenute ai margini. Tuttavia, fermo restando il predominio di pizza e spaghetti, ci sono persone curiose che, nel silenzio delle loro cucine, stanno cominciando a mischiare i sapori e a ibridare le tradizioni, cioè a creare nuovi piatti. A volte aggiungono o sostituiscono ingredienti alle ricette del loro paese di origine, a volte modificano piatti italiani secondo i propri gusti oppure creano accostamenti inconsueti tra pietanze diverse. Sono ricette scorrette che non si trovano sui libri di cucina, né su quelli italiani né su quelli etnici: hanno sapori imprevisti, ingredienti nuovi, gusti che contaminano felicemente la presunta correttezza della ricetta originale. Questo libro pubblica ricette ma non è un ricettario. Di solito un libro di cucina stabilisce quali sono le regole davanti ai fornelli. Qui invece ogni piatto è un atto di invenzione individuale, un sorprendente incontro di tradizioni e sapori raccontato in prima persona da quanti si sono divertiti, più per gusto che per necessità, a sperimentare nuove pietanze.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
vari, coordinamento migranti - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-06-04 - ⟄ esiste_ancora_rosarnorosarno migranti lavoro guerriglia mafia razzismo stato documenti regolarizzazione
[19.4 MB | 43 mins, 47 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 32000kHz]
Lavoro migrante e razzismo nel segno dello stato Partecipano: Alfonso de Vito (Rete antirazzista campana), Antonello Mangano (curatore di Gli africani salveranno l'Italia), Giuseppe Pugliese (Osservatorio migranti di Rosarno), Baziir Sene (Coordinamento Migranti Bologna).
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
vari, coordinamento migranti - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-06-04 - ⟄ esiste_ancora_rosarnorosarno migranti lavoro guerriglia mafia razzismo stato documenti regolarizzazione
[17.2 MB | 37 mins, 20 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 32000kHz]
Lavoro migrante e razzismo nel segno dello stato Partecipano: Alfonso de Vito (Rete antirazzista campana), Antonello Mangano (curatore di Gli africani salveranno l'Italia), Giuseppe Pugliese (Osservatorio migranti di Rosarno), Baziir Sene (Coordinamento Migranti Bologna).
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
vari, coordinamento migranti - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-06-04 - ⟄ esiste_ancora_rosarnorosarno migranti lavoro guerriglia mafia razzismo stato documenti regolarizzazione
[15.6 MB | 35 mins, 23 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 32000kHz]
Lavoro migrante e razzismo nel segno dello stato Partecipano: Alfonso de Vito (Rete antirazzista campana), Antonello Mangano (curatore di Gli africani salveranno l'Italia), Giuseppe Pugliese (Osservatorio migranti di Rosarno), Baziir Sene (Coordinamento Migranti Bologna).
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
vari, coordinamento migranti - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-06-04 - ⟄ esiste_ancora_rosarnorosarno migranti lavoro guerriglia mafia razzismo stato documenti regolarizzazione
[17.3 MB | 39 mins, 18 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 32000kHz]
Lavoro migrante e razzismo nel segno dello stato Partecipano: Alfonso de Vito (Rete antirazzista campana), Antonello Mangano (curatore di Gli africani salveranno l'Italia), Giuseppe Pugliese (Osservatorio migranti di Rosarno), Baziir Sene (Coordinamento Migranti Bologna).
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Marco Spezia, Delegati Cobas Ravenna, Giuliano Bugani - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-30 - ⟄ sicurezza_sul_lavoromorti lavoro sicurezza operaio monologo
[20.5 MB | 26 mins, 42 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Le connessioni tra precarietà e sicurezza: il lavoratore su breve termine rischia spesso di più e al contrario non “vale la pena” investire sulla sua tutela. Il caso del porto di Ravenna.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Stefano Seproni - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-30 - ⟄ sicurezza_sul_lavoromorti lavoro sicurezza operaio monologo
[6.7 MB | 9 mins, 7 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Ballata per una morte bianca, scritto e interpretato da Stefano Seproni (collaborazione alla regia di Claudio Beghelli), con Ljuba De Angelis, Eros Lancianese e Filippo Brandimarte; luci e fotografie di Luca Mennon. Lo spettacolo prende le mosse da un fatto di cronaca: un operaio perde la vita sul posto di lavoro. Questo doloroso episodio, uno dei molti che si verificano quotidianamente in Italia (nel nostro Paese, ogni anno, si contano più di mille incidenti mortali sul lavoro), diventa il tema centrale di un ‘monologo a più voci’ dal quale emerge il drammatico ritratto di uomini che lavoravano per vivere e che, a causa del lavoro, hanno sacrificato la vita. Lo spettacolo ha già fatto più di 40 date in tutta Italia.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Marco Spezia, Delegati Cobas Ravenna, Giuliano Bugani - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-30 - ⟄ sicurezza_sul_lavoromorti lavoro sicurezza operaio monologo
[27.3 MB | 37 mins, 29 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
La sicurezza per le categorie di lavoratori tradizionalmente non considerate a rischio, come gli ambienti scolastici e le residenze protette o i ruoli da operatori sociali. L’estensione del concetto di sicurezza alla salute sul lungo periodo e a forme di malattie professionali non riconosciute, quali il burn out per gli educatori.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Marco Spezia, Delegati Cobas Ravenna, Giuliano Bugani - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-30 - ⟄ sicurezza_sul_lavoromorti lavoro sicurezza operaio monologo
[8.4 MB | 11 mins, 8 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Il rischio amianto: un aggiornamento su contaminazioni, lotte, processi.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Sociatà di mutuo soccorso - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-28 - ⟄ Dietro le sbarrecarcere legalità Dozza morti abusi arresti leggi soprusi
[3.8 MB | 5 mins, 36 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Letture di testimonianze dal carcere, discussione sul tema: dentro e fuori le carceri - terza parte
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Sociatà di mutuo soccorso - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-28 - ⟄ Dietro le sbarrecarcere legalità Dozza morti abusi arresti leggi soprusi
[11.4 MB | 17 mins, 29 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Discussione sul tema: dentro e fuori le carceri - seconda parte
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Sociatà di mutuo soccorso - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-28 - ⟄ Dietro le sbarrecarcere legalità Dozza morti abusi arresti leggi soprusi
[8.6 MB | 13 mins, 16 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Si parla della Dozza, della situazione di altri carceri fuori dall'italia, uccisioni, torture e di brutalità all'interno dei penitenziari, discussione sul tema: dentro e fuori le carceri - quarta parte
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Sociatà di mutuo soccorso - @ Parco di viale Togliatti Bologna - ⌚ 2010-05-28 - ⟄ Dietro le sbarrecarcere legalità Dozza morti abusi arresti leggi soprusi
[14.8 MB | 22 mins, 43 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Interventi dal pubblico, discussione sul tema: dentro e fuori le carceri - quinta parte
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - ⟄ dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[13.2 MB | 17 mins, 15 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
maurizio, L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - ⟄ dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[10.3 MB | 13 mins, 24 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
maurizio - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - ⟄ dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[547.2 KB | 43 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - ⟄ dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[11.4 MB | 15 mins, 7 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
maurizio, max - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - ⟄ dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[4.3 MB | 5 mins, 45 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - ⟄ dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[8.5 MB | 11 mins, 21 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Paolo Languasco - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - ⟄ dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[6.9 MB | 8 mins, 57 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
L. Queirolo Palmas - @ Italia, emilia romagna, Bologna, xm24 - ⌚ 2010-05-19 - ⟄ dentro_le_ganggenova zapata ecuador sudamericani gang centro sociale migranti
[10.4 MB | 13 mins, 53 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
I saggi raccolti in questo volume esplorano il mondo subalterno dei figli dell’immigrazione attraverso un lungo lavoro di ricerca condotto in diversi contesti urbani a contatto diretto con quelle aggregazioni giovanili che i media sono soliti definire “bande”: un’etichetta stigmatizzante che riflette la produzione di panico nei confronti delle pratiche di visibilità e socialità di strada dei giovani immigrati. Il filo rosso dell’interpretazione risiede nel protagonismo individuale e collettivo dei giovani incontrati nel corso della ricerca. Non si tratta di nude vite, rinchiuse in un universo di impossibilità, quanto piuttosto di vite attive, capaci di produrre in modo creativo, pubblicamente, visibilmente, forme e luoghi di presenza e di resistenza. Intervengono L. Queirolo Palmas e Paolo Languasco (Centro sociale Zapata)
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Alessandra Magrini, atticecontro - @ italia, emilia romagna, bologna, xm24 - ⌚ 2010-02-24 - ⟄ madama_CIEimmigrati migranti CIE CPT polizia violenze morti
[24.8 MB | 54 mins, 27 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 44100kHz]
Pezzo teatrale di denuncia sui CIE
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
Emilio Quadrelli - @ XM24, Bologna, italy - ⌚ 2009-11-27 - ⟄ Evasioni_e_rivoltemigranti CIE carcere repressione clandestini CPT
[541.8 KB | 1 min, 9 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 44100kHz]
Intrduzione alla serata
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
lesion - @ Italia, Firenze, nEXt Emerson - ⌚ 1970-01-01 - ⟄ ArduinoArduino, cose e controcose
[62.8 MB | 1 h, 44 mins, 19 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 22050kHz]
Introduzione ad Arduino. Riprogrammazione di ATMEGA. PCB making, Oggetti a basso consumo, pannellini solari come piovessero e ferri da stiro.
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
blackflag - @ Italia, Firenze, nEXt Emerson - ⌚ 1970-01-01 - ⟄ RoboticaRobotica e Open source
[35.6 MB | 56 mins, 53 secs | kbps] - audio [ | 1ch | 22050kHz]
Il modello Open-source ha cominciato a diffondersi sempre di piu' anche nell'industria dell'automazione e nel relativo settore della ricerca. Durante il seminario si presenteranno i framework “ROS” [1] e “OROCOS” [2] utilizzati per la condivisione degli strumenti per la manipolazione di robot fissi e mobili. Ci sono ormai robot economici come il “Rovio” [3] o il drone “Parrot” [4] alla portata di tutte le tasche che grazie al costo contenuto permettono di esplorare nuove frontiere dell'hacking. [1] www.ros.org [2] www.orocos.org [3] http://www.wowwee.com/en/products/tech/telepresence/rovio/rovio [4] http://www.parrot.com/usa/
Thumbnail
[Download][Link][Torrent][Player][Edit][Embed][Magnet]
@ XM24 via Fioravanti 24 Bologna - ⌚ 1970-01-01 - ⟄ Meryxmfollia migranti colonie improvvisazioni
[108.2 MB | 1 h, 59 mins, 56 secs | kbps] - audio [ | 2ch | 44100kHz]
Presentazione del libro Decolonizzare la follia. Scritti sulla psichiatria coloniale di Frantz Fanon, a cura di Roberto Beneduce con Sandro Mezzadra, Roberto Beneduce Il libro Nell’opera di Frantz Fanon, racchiusa in un periodo di pochi anni (1951- 1961), prendono voce temi decisivi che non smettono d’interrogare il dibattito sulla condizione postcoloniale: le contraddizioni delle borghesie nazionali negli anni dell’indipendenza, lo spettro del razzismo e la sua oscura riproduzione nello Stato moderno, la costruzione della soggettività africana. Con l’ostinazione di chi aveva scritto “Ci sono troppi imbecilli su questa terra, e poiché lo dico, si tratta di provarlo”, nei lavori qui raccolti, per buona parte mai tradotti in italiano, Fanon ripercorre con altrettanta sistematicità le teorie psichiatriche e psicanalitiche dell’epoca. La sua è un’archeologia sovversiva che, di quelle teorie, rivela limiti e paradossi: un’etnologia critica dell’Occidente. Con toni a tratti profetici, i suoi scritti disegnano una fenomenologia politica del corpo coloniale nella quale affiorano molti dei problemi con i quali si misurano oggi l’etnopsichiatria e l’antropologia medica critica: la violenza quotidiana e invisibile che secerne la sofferenza dei dominati, il difficile incontro fra il clinico occidentale e il corpo inquieto dell’immigrato, l’economia morale delle sue menzogne. La psichiatria, chiamata da Fanon a riconoscere che è “impossibile guarire” in un con- testo di oppressione e di arbitrio, è invitata in queste pagine a interrogare conflitti e omissioni, e a confrontarsi con l’enigma politico della differenza, della malattia e della cura. L’autore Frantz Fanon (1925-1961), psichiatra e scrittore martinicano noto per il suo impegno anticoloniale. Tra i suoi lavori universalemente noti: Pelle nera, maschere bianche (Tropea, 1996), I dannati della terra (Einaudi, 2000). Il curatore Roberto Beneduce, antropologo e psichiatra, insegna presso l’Università di Torino. Ha fondato e dirige il Centro Frantz Fanon. Fra i suoi recenti lavori, Archeologie del trauma (Laterza, 2010), Corpi e saperi indocili (Bollati Boringhieri, 2010). http://www.ombrecorte.it/more.asp?id=277&tipo=novita Ore 22.30 Concerto COMPLESSINO VAZCA (ex muzak) Quale migliore occasione per presentare il nuovo progetto della crema della Vazca. Un power duo prog ‘n’ roll crudo e delirante che tratta di rabbia, frustrazione, periferia, esplosione. La Vazca è una realtà indipendente che da anni si occupa di musica e concerti non solo in Puglia, ha organizzato numerosissimi eventi e ospitato pullman di band. Storie di musicisti che aiutano altri musicisti. Alberto Piccinni (aka Ibn Kalb) ha suonato in Italia, Portogallo, Francia, Germania, Argentina, Egitto… Principali progetti e collaborazioni: muzAk, Hysm?, Duassemicolcheiasinvertidas, Luca Coclite, Astragali Teatro, Gronge, Javier Alear Velez (Coso), Fabio Magistrali, Lepers Produtcions, Archiviazioni, Carlo Michele Schirinzi, Francesco Giannico, Giorgio Albanese, Gianluca De Rubertis… . Chi non conosce GG (mitico batterista dei Sambuca Gorilla) non è mai tornato a casa più tardi della mezzanotte. Alberto Piccinni – guitar, voice Gigi Calabro – drum http://anothershame.blogspot.com/ https://sites.google.com/site/albertopiccinni/